Bufera su nuove nomine: Toti preferisce chi frequenta neofascisti

0
CONDIVIDI
Anche la Piata condanna l'omofobia
Attacco di M5S e Pd al governatore ligure per la decisione di nominare Carlo Fidanza a diretrtore generale dell'agenzia regionale turistica In Liguria: Toti
Attacco di M5S e Pd a Toti per la decisione di nominare Carlo Fidanza commissario straordinario dell’agenzia regionale turistica In Liguria

GENOVA. 25 FEB. Pd e M5S attaccano Toti  sulle nomine regionali. Stavolta nel mirino dell’opposizione c’è l’ex parlamentare europeo Carlo Fidanza, che domani in giunta dovrebbe essere ufficialmente nominato commissario straordinario dell’agenzia regionale turistica In Liguria.

“Rieccolo. Dopo che il suo stesso partito lo aveva bocciato ad agosto come assessore al Turismo preferendogli Berrino – ha spiegato oggi il gruppo regionale del Pd – adesso Toti ha trovato un’altra poltrona per Carlo Fidanza, ex parlamentare europeo e fondatore di Fratelli d’Italia. Il governatore, infatti, ha deciso di sistemare questo quarantenne marchigiano ma milanese d’adozione a capo dell’agenzia regionale In Liguria, che si occupa di turismo. Un bel contratto da 90 mila euro l’anno da far pagare a tutti i liguri, mentre la giunta precedente aveva optato per una scelta interna, incaricando il dirigente del settore Enisio Franzosi e risparmiando così 400 mila euro in cinque anni, senza rinunciare per questo alle competenze. Ma forse per Fidanza valgono altri parametri, come la partecipazione, assai frequente, a convegni di gruppi neofascisti, ultimo dei quali la Festa del Sole, organizzata nel luglio scorso da Lealtà e Azione”.

“Ennesima nomina politica – ha aggiunto il M5S – ennesima carica paracadutata dall’alto, per giunta da fuori Liguria. Toti non si smentisce mai, usando il proprio potere per distribuire incarichi, contratti e prebende, magari anche come compensazione politica. Fidanza non è esattamente il candidato più idoneo, né la procedura per nominarlo è la più trasparente”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO