Home Politica Politica Genova

Bucci in Sala Rossa: nuovo piano industriale Amiu, nessun aumento Tari

0
CONDIVIDI
Sala Rossa a Palazzo Tursi

GENOVA. 27 LUG. “Faremo un nuovo piano industriale per Amiu. Non vogliamo assolutamente aumentare la Tari”.

Lo ha annunciato oggi a Tursi il sindaco Marco Bucci, dopo la delibera con la quale verranno stanziati a fondo perduto per Amiu 12 milioni nel 2017 e 5 per ogni anno dal 2018 al 2020.

“Se la Giunta Doria nei suoi cinque anni di governo si fosse impegnata per recuperare fondi per la discarica di Scarpino non saremmo in una situazione di emergenza – ha replicato la capogruppo della Lega Nord Liguria Lorella Fontana – la Giunta Bucci in sole tre settimane ha dimostrato di credere nell’azienda, che resta pubblica, gli garantisce la continuità operativa e non colpisce le tasche dei contribuenti”.


“Il centrosinistra ha fatto ‘marcire’ Amiu e ora l’uovo ce l’abbiamo in mano noi – ha sottolineato il capogruppo di Forza Italia Mario Mascia – che con il voto odierno dimostriamo di essere capaci di risolvere il problema”.

“Si tratta di una delibera che non porta cambiamenti strategici per Amiu e non prevede gli impianti di cui ha bisogno – ha detto il consigliere Enrico Pignone (Lista Crivello) – ma garantisce la continuità dell’azienda, per cui ci asteniamo”.

“Voto sul merito, a favore – ha spiegato Paolo Putti (Chiamami Genova) – è positivo che non si ceda l’azienda a nessuno e che non aumentino le tariffe”.

“L’indebitamento del Comune aumenta -a ha dichiarato la capogruppo Pd Cristina Lodi – le tariffe aumenteranno dopo il 2018 e Amiu non è messa in condizioni di lavorare. C’è il rischio di uno spacchettamento dell’azienda, non possiamo che esprimere un voto contrario”.

“Non abbiamo avuto il tempo tecnico per valutare la delibera perché la Giunta Bucci non lo ha concesso – ha attaccato l’ex candidato sindaco Luca Pirondini (M5S) – perciò ci asteniamo, non per una questione di merito, ma di metodo”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here