Home Politica Politica Genova

Bucci ai genovesi: siglati i patti per lavoro e sicurezza, da domenica si cambia. Ecco come

0
CONDIVIDI
Bucci (centrodestra) e Pirondini (M5S) con Bianchi (sindacato polizia Coisp) in corso Quadrio

GENOVA. 23 GIU. Ballottaggio domenica 25. Il candidato sindaco del centrodestra Marco Bucci ieri ed oggi ha presentato ai genovesi i patti per il lavoro e la sicurezza. Ecco, in sintesi, i punti più significativi del programma di governo della nostra città.

LAVORO.

“La creazione di trentamila posti di lavoro in 5 anni – ha spiegato Bucci – è la prima priorità del nostro programma di governo. Genova ha bisogno di riprendere il suo cammino di città giusta e aperta al mondo, in grado di offrire ai suoi figli nuove opportunità di inserimento lavorativo e crescita. L’obiettivo non è un’utopia, ma si può realizzare attraverso una virtuosa operazione di marketing territoriale.


Abbiamo identificato tre filiere fondamentali. Porto e logistica, turismo e alta tecnologia. Creando posti di lavoro in questi settori favoriremo anche il commercio, soprattutto quello di strada, fondamentale per una città come Genova, dotata del centro storico più grande d’Europa.

Per incentivare le imprese ad assumere personale, la futura amministrazione adotterà politiche importanti di sgravi fiscali sulle tasse locali. Nessuna Tari, Tasi, tassa di occupazione del suolo pubblico e nessun onere di urbanizzazione sino a 10 anni dalle assunzioni.

Le nuove tecnologie rappresentano una incredibile opportunità di lavoro per i giovani e di sviluppo per la città, che potrebbe diventare un grande laboratorio a cielo aperto dell’Hi-Tech, consentendo di sperimentare e innovare in ambito portuale, turistico, industriale.

Nel futuro governo della città verranno predisposti percorsi di accompagnamento mirato per l’avvio di start up, in un’ottica di collaborazione tra università e aziende. Manager di esperienza guideranno le giovani imprese nei loro primi difficili passi nel business internazionale. Infine, verrà predisposto un piano per l’internazionalizzazione delle pmi genovesi. Il Comune, sotto la propria regia, riunirà le imprese più dinamiche o in via di sviluppo, accompagnandole all’estero per ampliare il loro mercato e, di conseguenza, la forza occupazionale”.

SICUREZZA.

“Nei miei tour in giro per Genova – ha aggiunto Bucci – il ritornello più frequente che ho sentito è stato ‘la città è sporca e pericolosa’. Non possiamo tollerare che in certi quartieri le persone debbano avere paura ad uscire di casa.

Per questo motivo, istituiremo l’agente di polizia municipale di quartiere, con sedi distaccate nei vari municipi, per essere più vicini al bisogno di sicurezza dei cittadini, e sedi distaccate dell’assessorato alla Sicurezza nel centro storico, in piazza Banchi, a Sampierdarena, Bolzaneto e al Cep.

Inoltre, nel programma è previsto l’ampliamento dei sistemi di videosorveglianza con i ‘lampioni intelligenti’, il potenziamento del sistema di illuminazione pubblica, forti sgravi fiscali per i commercianti che decidono di investire nell’installazione di telecamere e sistemi di sicurezza.

L’amministrazione di centrodestra predisporrà un piano concreto di controllo capillare del territorio, per prevenire attività illecite, criminali e abusive.

Infine, per la prevenzione, il Comune si farà carico di organizzare corsi di anti aggressione femminile, perché le donne sono spesso vittima della mancanza di sicurezza.

Noi chiediamo a tutti di partecipare attivamente al piano sicurezza, perché il territorio è casa nostra e riusciremo ad intervenire in maniera più incisiva grazie al tempestivo contributo dei cittadini, vere sentinelle di Genova”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here