Broglia (ex Udc): rapito dai banditi e indagato dai pm per Spese pazze

0
CONDIVIDI
Spese pazze, indagato l'ex consigliere regionale Fabio Broglia
Spese pazze, indagato l'ex consigliere regionale Fabio Broglia
Spese pazze, indagato l’ex consigliere regionale Fabio Broglia

GENOVA. 17 MAG. Spese pazze: i pm genovesi nei giorni scorsi hanno depositato l’avviso di conclusioni indagini preliminari per Fabio Broglia, ex consigliere regionale entrato nel gruppo Misto a maggio 2008 fino alla fine della legislatura nel 2010 (prima Ccd e poi Udc, di cui diventò capogruppo, quindi Italia di Mezzo da febbraio 2007 a maggio 2008).

L’accusa è peculato.

Il benestante avvocato torinese, con studio legale a Casale Monferrato, ma abitante anche a Sestri Levante, dove vive la madre, era stato rapito negli anni Settanta, quando venne preso da una banda di malviventi all’uscita di una discoteca a Milano e liberato dopo 23 giorni. Inoltre, Broglia aveva fondato il Ccd ligure nel 1994 ed era stato consigliere comunale di Sestri Levante e consigliere provinciale di Genova.

 

Secondo l’accusa, tra il 2008 e il 2010, l’ex consigliere regionale avrebbe speso per acquisti personali oltre 119 mila euro di fondi regionali destinati ai gruppi.

A Broglia viene contestato il presunto rimborso pazzo di occhiali, taxi, viaggi, cibo, pranzi a Milano, acquisti da Ikea. L’inchiesta era nata dalla trasmissione degli atti da parte della Corte dei conti.

I magistrati contabili lo scorso anno avevano aperto un’istruttoria per chiedere la restituzione delle spese nel periodo 2008-2009. Fabrizio Graffione

 

LASCIA UN COMMENTO