Bologna-Samp, Giampaolo “Ripartire dal ko”

2
CONDIVIDI
Samp: mister Giampaolo e il presidente Ferrero

GENOVA 22 SET.  Se con la Roma si era fatto tanto e bene, con il Milan si era giocato su altissimi livelli limitando al massimo gli errori. A Bologna, invece, la Sampdoria ha sbagliato molto e nei momenti peggiori. «Oggi abbiamo dato poca profondità, dovevamo essere più concreti – dice a tutti nel post-gara Marco Giampaolo -. Poi abbiamo preso gol a 30 secondi dall’intervallo, e così si è messa in salita. Qualcuno era meno brillante rispetto alle ultime, in più siamo rimasti in dieci».

Crescita. Effettivamente, qualche problema c’è stato. «Aggiungo che Pereira era da mesi che non giocava una partita intera – ricorda il mister -, quindi ho tenuto fermo il terzo cambio». Ci sono state anche cose positive, però. «Praet è già cresciuto – continua coi media -, deve solo entrare più dentro. Voglio sottolineare la grande partita di Skriniar, che si è scrollato di dosso gli ultimi minuti di Marassi. Dobbiamo crescere, ma dobbiamo farlo proseguendo su questo sentiero. Non conosco altre vie per imparare. Non sono per niente preoccupato, ad ogni modo».

Principi. La giovane età ci permetterà di azzerare e ripartire – chiude il mister -. Abbiamo comunque giocato anche oggi secondo i nostri principi, pur con meno brillantezza. Avevo chiesto ai miei ragazzi di rompere lo score di zero gol nella ripresa, ma non siamo riusciti. Ora riprendiamo comunque con maggiore entusiasmo di prima».

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO