Bolle si prepara a danzare la Cinderella di Bigonzetti

0
CONDIVIDI
Bolle
Bolle
Bolle
Mauro Bigonzetti
Mauro Bigonzetti

MILANO. 1 DIC. Ad aprire la stagione 2015-2016 di Balletti alla Scala il 19 dicembre sarà la “Cinderella”, una nuova produzione della Cenerentola di Prokof’ev affidata a Mauro Bigonzetti, tra i coreografi italiani maggiormente richiesti a livello internazionale.

 L’ultima presenza di questo titolo in Scala risale al 2006 e dopo dieci anni la favola di Perrault ritorna portando una novità al repertorio della Scala. La straordinaria musica di Prokof’ev, racconta alla perfezione l’universo fantastico e fiabesco, con la trama articolata che è stata indubbiamente  di stimolo per Mauro Bigonzetti

Il coreografo ha infatti cucito addosso ai ballerini scaligeri questa sua creazione, che segue la traccia narrativa del racconto e si immerge nella varietà musicale delle innumerevoli danze. Tutti i personaggi da Cenerentola al Principe, dalla Fata Madrina alle Sorellastre e la Matrigna sono figure inserite in un contesto senza luogo e senza tempo, e allo stesso tempo in tutti i luoghi e in tutti i tempi, abitando uno spazio visivamente evocativo ma non astratto, figurativo ma non didascalico.

 

Due ètoile amatissime i protagonisti: Polina Semionova sarà Cenerentola, mentre Roberto Bolle il Principe, che danzeranno in diverse recite a partire dall’apertura.

Sono previste dodici recite tra dicembre e gennaio inclusa la consueta Anteprima dedicata ai Giovani del 17 dicembre. Già esaurita e la recita del 31 dicembre, che dopo la recita, prevede il brindisi di Mezzanotte nei sontuosi spazi del Teatro dove sarà allestito il Cenone di Capodanno. A dirigere l’orchestra scaligera sarà uno specialista del repertorio russo, il maestro Michail Jurowski.

FRANCESCA CAMPONERO

Per maggiori informazioni: http://www.teatroallascala.org/it/stagione/2015-2016/balletto/cinderella.html Info su Capodanno alla Scala a questo link http://www.teatroallascala.org/it/stagione/2015-2016/balletto/cinderella-capodanno-alla-scala.html

LASCIA UN COMMENTO