Bolle, il tocco di classe al Festival di Sanremo

0
CONDIVIDI
Roberto Bolle, bella la performance al Festival di Sanremo
Roberto Bolle, bella la performance al Festival di Sanremo
Roberto Bolle, bella la performance al Festival di Sanremo

IMPERIA. 14 FEB. L’ultima serata del Festival di Sanremo edizione 2016 si è apert a con l’esibizione di Roberto Bolle in una coreografia inedita sulle note di “We Will Rock You” ideata dal maestro coreografo Mauro Bigonzetti, un brano creato all’occorrenza per portare l’arte della danza su un palcoscenico popolare come quello dell’Ariston in una forma nuova e più contemporanea. Il ballerino rinuncia al repertorio classico e si misura a sorpresa con la musica dei Queen. Un’ottima trovata mediatica che ha il suo effetteo sul pubblico che ama bolle e anche su quello che di danza ne capisce poco, perchè Roberto è così, arriva a tutti con la sua belle zza e professionalità. Un fisico “da paura” se si pensa ai sui 41 anni! Che non si sentono per nulla nè a livello estetico che soprattuto per quanto riguarda l’agilità atletica. Insomma il mito di Bolle continua ad esserci nessuna parabola discendente per il bellissimo della danza perchè è giusto così.
Il brano portato in scena è “un pezzo rock” come difinito dallo stesso ballerino a poche ore dalla sua apparizione sul palco dell’Ariston nell’intervista realizzata per la Rai, ma un brano che lo fa conoscere in una chiave completamente diversa rispetto agli spettacoli teatrali a cui è solito partecipare.

“Il corpo è lo strumento con il quale riesco ad esprimere sensazioni ed emozioni, è importantissimo sentire la musica che entra nel mio corpo e suscita queste emozioni che arrivano al pubblico – ha detto il ballerino – una musica che sia lirica, melodica o rock, mi dà la giusta caricaper entrare in scena”.

Bolle aveva già partecipato al Festival in qualità di ospite nel 2004, danzando sulle note deL’Uccello di fuoco di Stravinskij.

 

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO