Boccadasse, borgo in festa: benedizione, beneficenza e fuochi d’artificio

1
CONDIVIDI
Boccadasse si prepara alla festa: è San Antonio da Padova
Boccadasse si prepara alla festa: oggi è San Antonio da Padova
Boccadasse si prepara alla festa: oggi è San Antonio da Padova

GENOVA. 13 GIU. La festa è iniziata ieri con le bancarelle, oggi però, Boccadasse che è un antico borgo di pescatori, è in festa e celebra, come ogni 13 giugno, la tradizionale festa patronale di Sant’Antonio da Padova (protettore dei pescatori) con cerimonie religiose, subacquea, beneficenza e fuochi d’artificio.

Il tutto è iniziato questa mattina alle 11 quando ha avuto luogo la messa solenne concelebrata dalle tre famiglie francescane: i Frati minori osservanti, cappuccini e conventuali.

Nel pomeriggio alle 16,30 c’è la benedizione dei bambini con i gigli che hanno un significato simbolico con il santo. Alle 18 c’è un’altra messa solenne, presieduta da don Giancarlo Zamengo e animata dalla corale di San Francesco di Albaro.

 

Alle 20,30 la storica processione, con la statua del santo patrono, per le vie del borgo e in mare, presieduta dal vicario generale monsignor Marco Doldi che culmina con la benedizione e la reimmersione della statua di Sant’Antonio, che riposa sott’acqua per buona parte dell’anno.

Da non pedere la pesca di beneficenza conta più di mille oggetti donati.

Infine lo spettacolo pirotecnico offerto dall’Antica osteria Dindi, con i fuochi d’artificio che coloreranno il cielo sopra il borgo a partire dalle 23,15.

Alle cerimonie religiose partecipano la confraternita di Santa Maria immacolata e di Sant’Antonio, la Banda musicale di Bolzaneto, le confraternite liguri con i crocifissi artistici, i figuranti con il Gonfalone storico del Comune di Genova e i subacquei del “Paguro”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO