Home Cronaca Cronaca Genova

Blitz skinhead Como, perquisite anche case dei militanti genovesi

1
CONDIVIDI
Blitz skinhead Como, perquisite anche case dei militanti genovesi

Questa mattina è scattata una serie di perquisizioni della polizia nei confronti degli appartenenti alla formazione “Veneto Fronte Skinhead” che nei giorni scorsi aveva fatto irruzione in un circolo di rete solidale pro migranti di Como, interrompendo una riunione e leggendo un “proclama patriottico”.

Tra i militanti dell’estrema destra erano stati individuati anche due giovani residenti nell’entroterra genovese.

La polizia, alle prime luci dell’alba, ha perquisito le abitazioni di diversi attivisti del Fronte Skinhead tra Como, Genova, Brescia, Lodi, Mantova e Piacenza. Le perquisizioni sono state effettuate dagli agenti della Digos di Como coordinati dall’antiterrorismo.


I militanti che avevano partecipato al blitz nella sede dell’Ong sono indagati dalla procura di Como per violenza privata in concorso.

I due genovesi sono stati individuati dalla Digos grazie ai filmati delle telecamere di sorveglianza nel locale, che hanno permesso di rilevare anche il logo del gruppo “Genova Fronte Skinheads” visibile in modo chiaro sulle spalle dei “bomber” indossati dai giovani.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here