Home Cronaca Cronaca Savona

BLITZ DEI MILITANTI DE LA DESTRA NEL SAVONESE

0
CONDIVIDI

destra-manifesto-vs-boldrinSAVONA. 26 GIU. Blitz dei militanti de La Destra nella notte che hanno affisso  quattro manifesti a Loano, Pietra, Finale e Savona per “denunciare lo stato di razzismo in cui Noi Italiani siamo tenuti”.

“La Destra – si legge in una nota – denuncia a livello cittadino l’operato delle giunte comunali che si sono susseguite in tutti questi anni creando una spaventosa voragine di debito, soldi che si sono impiegati nel famoso campo Rom de La Fontanassa.

Sono state pagate le spese annuali delle bollette luce, gas ed acqua oltre alle relative spese per la manutenzione o per il rifacimento degli impianti, l’installazione per la TV satellitare con relative bollette e non solo.


Insomma, per potersi assicurare un centinaio o più di voti, perché anche loro hanno acquisito il diritto al voto, ci hanno derubato di soldi che dovevano essere investiti nella città di Savona, investimenti per le nostre scuole, per migliorare i servizi partendo dal traffico sino ad arrivare all’abbattimento delle barriere architettoniche per i disabili. Soldi che si sono spesi, invece, per mantenere ladri, spacciatori, borseggiatori e speriamo di poterci fermare qua. Tutto questo sta accadendo anche a livello nazionale. Esistono sussidi che arrivano sino a 1.500,00 Euro elargiti agli stranieri a fronte di pensioni per gli Italiani da 500.00 Euro, con le quali bisogna fare la spesa quotidiana, pagare tasse svenanti e cure mediche.

Purtroppo sono sempre più in aumento quelle persone, per lo più anziane, che si trovano ai margini dei mercati intenti a raccogliere il cibo che viene scartato.

Il nostro apparato ospedaliero, che dovrebbe garantire cure mediche gratuite al Popolo Italiano, ormai è collassato a causa del taglio dei fondi, degli assurdi costi gestionali e per l’aumentato del fenomeno dell’immigrazione, tanto che l’Italiano medio è costretto a ricorrere a cure private.

Le case popolari vengono assegnate solo agli immigrati o vengono occupate abusivamente dai soliti noti mentre le Famiglie Italiane sono sfrattate con la forza.

Così come i servizi scolastici, dove ormai più di frequente i nostri figli vengono ghettizzati sia all’interno delle scuole sia nei bandi per accedervi e via dicendo. Stessa cosa vale per tutti quei servizi per cui noi italiani e ribadisco NOI ITALIANI paghiamo le tasse per poterne usufruire.

Italiani basta pensare solo al calcio!!! Italiani ricominciamo a pensare al nostro futuro ed a quello dei nostri figli!!!

Questa non è democrazia, questa non è integrazione. Quando c’è un eccesso di democrazia e di umanitarismo essi si tramutano in dittatura. Dittatura che sfocia in uno stato di razzismo e menefreghismo verso il proprio popolo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here