Blitz antidroga, 2 stranieri arrestati con 1,5 kg di coca

0
CONDIVIDI
Blitz anti droga dei carabinieri: arrestata commessa a Chiavari
I carabinieri ieri hanno arrestato un albanese e un ecuadoriano a Genova: il primo nascondeva la cocaina in una cantina della Foce
I carabinieri ieri hanno arrestato un albanese e un ecuadoriano a Genova: il primo nascondeva la cocaina nella cantina di un palazzo alla Foce

GENOVA. 20 GEN. I Carabinieri del Nucleo radiomobile e del Nucleo investigativo di Genova ieri sera hanno arrestato due stranieri per detenzione di cocaina. Sequestrato un chilo e mezzo di polvere bianca. Non sono ritenuti pusher, ma grossisti dello spaccio di droga.

Il primo a cadere nella rete è stato un cittadino albanese di 36 anni, D.F., incensurato, trovato in possesso di circa un chilo e mezzo di “coca” nel quartiere Foce. I militari avevano ricevuto segnalazione che in alcune cantine di un palazzo vi fosse un frequente viavai di un uomo non residente.

Ieri il blitz degli investigatori, che hanno individuato la cantina in oggetto ed hanno proceduto al controllo dello straniero una volta che era asceso e poi risalito per tornare in auto. Nella circostanza, lo hanno trovato in possesso di un involucro di circa 50 grammi della sostanza evidentemente destinato a un pusher della piazza genovese. Estendendo poi la perquisizione nella cantina (regolarmente condotta e di proprietà di una persona estranea ai fatti), hanno sequestrato la parte restante. Il cittadino albanese è stato quindi arrestato e portato a Marassi in attesa del processo.

 

Medesima sorte è toccata poco dopo ad un altro cittadino straniero, S.F, pregiudicato ecuadoriano di 37 anni abitante a Sampierdarena. I militari del Nucleo investigativo, hanno notato l’immigrato girare a Sestri Ponente a bordo di una autovettura, ma senza una meta precisa. Insospettiti, lo hanno fermato e perquisito, trovandogli due involucri da 5 grammi ciascuno di cocaina, evidentemente destinato a rifornire piccoli spacciatori della zona. Estendendo la perquisizione nella sua abitazione, gli investigatori hanno trovato ulteriori 35 grammi della medesima sostanza.

 

 

LASCIA UN COMMENTO