Bimbo morto in grembo, medici sotto accusa

0
CONDIVIDI
beatrice lorenzin
beatrice lorenzin
Il ministro Lorenzin difende la casta dei medici, ma c’è chi non ci sta e denuncia la malasanità in Liguria, come il nonno del bimbo mai nato

IMPERIA. 7 GEN. Gravida perde il bimbo a Sanremo: il nonno di Aaron, mai nato, denuncia i fatti e i medici. Se il ministro Beatrice Lorenzin ha messo le mani avanti annunciando che per le morti dei parti avvenute in mezza Italia non ci sarebbero responsabilità degli ospedali, c’è chi con coraggio non ci sta a essere preso in giro. E’ il caso del nonno di Aaron, la piccola vittima deceduta all’ospedale di Sanremo domenica scorsa, che ha raccontato i fatti dell’episodio di malasanità ligure.

Il padre di Marika, la mamma ventiduenne di Riva Ligure che ha perso il figlio in grembo, oggi è uscito allo scoperto e ha spiegato pubblicamente che il bambino era aggrovigliato con il cordone ombelicale attorno al collo e probabilmente è stato strangolato: “Possibile che nessuno dei medici se ne sia accorto? E’ incredibile che nessuno abbia capito che mia figlia non riusciva a partorire a causa del cordone ombelicale attorcigliato al bambino”.

Sul caso l’assessore regionale alla Salute Sonia Viale ha chiesto una dettagliata relazione alla direzione dell’Asl1. Mentre la procura di Imperia ha aperto un’inchiesta, nonostante la casta dei camici bianchi e il ministro Lorenzin che invece di condannare l’episodio ha commentato: “Inutile fare psicodrammi, i parti in Italia sono sicuri”.

 

Gravida perde figlio, procura apre inchiesta

LASCIA UN COMMENTO