Home Politica Politica Genova

Bilancio Sanità ligure, M5S: buone intenzioni, ma pacco vuoto

0
CONDIVIDI
Il consigliere regionale del M5S Andrea Melis

GENOVA. 14 DIC. “Siamo di fronte a un pacco vuoto, in cui si parla genericamente di efficientamento sanitario senza minimamente chiarire né come sarà attuato, né con quali risorse e modalità.”

Così Alice Salvatore e Andrea Melis, consiglieri regionali del MoVimento 5 Stelle Liguria, bocciano il Bilancio della Sanità presentato oggi in Commissione dall’assessore Viale.

“Mancano ancora del tutto i dettagli sul disavanzo sanitario – osserva Salvatore – Restiamo in attesa della relazione dell’assessore, che ha annunciato peraltro 30 milioni di euro di presunti risparmi senza fornire nessuna indicazione precisa né sostanziale, né temporale, limitandosi a parlare di ‘sfida’. A questo punto sorge spontanea una domanda, cara assessora: è una ‘sfida’ che andrà ulteriormente a incidere sulle prestazioni già insufficienti del servizio assistenziale regionale, come purtroppo è capitato ad ogni suo nuovo provvedimento, da Alisa alla Riforma sanitaria?”


“Nella legge di stabilità – le fa eco Melis – si propone un piano di efficientamento che vedrà la luce a fine febbraio per recuperare il disavanzo di 135 milioni di euro nei prossimi 3 anni. Un piano che non abbiamo mai potuto visionare e su cui non ci siamo mai potuti confrontare con la Giunta. Insomma, il nulla. Come si può parlare del nulla?”

I consiglieri regionali del M5S pongono poi l’accento sui Livelli essenziali di assistenza.

“Lo stanziamento di oltre 3 miliardi previsto dal bilancio previsionale rischia di essere insufficiente se è vero, come previsto, che da metà anno dovranno essere erogati i nuovi Lea. Pur con l’auspicio che siano autorizzati maggiori trasferimenti dal fondo sanitario nazionale in questa direzione, ad oggi restano ancora molti, troppi, i punti oscuri.”

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here