Bilancio: immutate Imu, Tasi e Irpef ma via le agevolazioni

0
CONDIVIDI

SAVONA. 6 OTT. Nuova tegola sulle teste dei savonesi per Imu, Tasi  Irpef, aliquote fisse ma verrà innalzata la leva tariffaria con meno agevolazioni.

“Con le proposte di deliberazioni di Consiglio Comunale approvate oggi vengono lasciate sostanzialmente immutate le aliquote di IMU, TASI e addizionale IRPEF, ma si procede a eliminare alcune agevolazioni oggi in vigore”. Così Silvano Montaldo, Assessore al Bilancio del Comune di Savona, dichiara in merito alle decisioni assunte dall’Amministrazione cittadina nel corso della più recente seduta di Giunta.

“La manovra, seppur consistente, e avente un valore stimato di circa € 1.000.000,00.=, obbligherà comunque l’ente a procedere ancora con successive manovre e pesanti tagli alla spesa. Infatti, le previsioni di bilancio in fase di elaborazione confermano un andamento negativo di alcune voci di entrata già riscontrato nel corso dell’anno 2016 ed
evidenziano il venir meno di alcune fonti di finanziamento a valere per l’anno 2017 ben superiori alla manovra odierna – prosegue l’Assessore – Si rende necessario anticipare le deliberazioni sulle aliquote IMU, TASI e addizionale IRPEF alla manovra complessiva per ridurre lo squilibrio di bilancio 2016 – parte entrata – e conseguentemente contenere il potenziale disavanzo di fine anno. Inoltre, è necessario rispettare i termini di adeguata pubblicità imposta da normative vigenti e per dar modo ai contribuenti e ai sostituti d’imposta di adeguare i versamenti che ne scaturiranno”, aggiunge.

 

“La decisione, gravosa, trova anche supporto da un richiamo espresso dalla Corte dei Conti, che invita il Comune di Savona a questa opportunità di innalzare la leva tariffaria. Il dato più allarmante, purtroppo e con estremo dispiacere, è che si mettono le mani nelle tasche dei cittadini, ma resta forte la preoccupazione sui tagli necessari alla spesa in quanto la rigidità del bilancio è sempre più evidente, per cercare, almeno, di mantenere i soli servizi essenziali”, conclude l’Assessore al Bilancio.

LASCIA UN COMMENTO