Home Politica Politica Genova

BEPPE GRILLO SUL SUO BLOG CHIEDE LA TESTA DI ORFEO

0
CONDIVIDI
beppe-grillo-vs-rai

beppe-grillo-vs-raiGENOVA. 26 AGO. Come aveva anticipato il Movimento Cinque Stelle per voce di Beppe Grillo chiede la testa del direttore del Tg1 Mario Orfeo sostenendo che “Fa disinformazione contro il Movimento”.

Mentre per Usigrai e Cdr del Tg1 si tratta di “un editto bulgaro in salsa Cinque Stelle”.

Il Movimento 5 Stelle sostiene che il Tg1 ha distorto le dichiarazioni di Alessandro Di Battista sui terroristi dell’Isis. “Dopo l’ennesimo episodio di vergognosa disinformazione del Tg1 abbiamo deciso di agire così. Ora basta”, così dopo le dichiarazioni, i fatti con l’M5S che effettua un’interrogazione parlamentare, con la quale viene chiesta alla Commissione di Vigilanza sulla Rai di prendere provvedimenti contro Orfeo, Matano e Mazzola.


Grillo pubblica anche il testo completo dell’interrogazione in un post dal titolo Stop alla disinformazione del TG1 – l’interrogazione del M5S alla RAI”.

“Al Presidente della Rai, secondo quanto specificato dall’articolo 3 del «Testo Unico della Radiotelevisione», «sono principi fondamentali del sistema radiotelevisivo la garanzia della libertà e del pluralismo dei mezzi di comunicazione radiotelevisiva, la tutela della libertà di espressione di ogni individuo, inclusa la libertà di opinione e quella di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza limiti di frontiere, l’obiettività, la completezza, la lealtà e l’imparzialità dell’informazione, l’apertura alle diverse opinioni e tendenze politiche, sociali, culturali e religiose».

Nel corso dell’edizione serale delle ore 20 del Tg1 del 22 agosto, a parere dell’interrogante è andato in onda un servizio che clamorosamente distorce la realtà dei fatti, contravvenendo ai succitati principi. La questione tocca un argomento profondamente delicato: l’assassinio-esecuzione da parte dei jihadisti del giornalista statunitense James Foley e la guerra al terrorismo condotta dalle forze occidentali.

Il mezzobusto Alberto Matano affermava: «E sull’atteggiamento da tenere con gli islamisti dell’Isis i Cinque Stelle sono di nuovo nella bufera. Grillo dice: “non è vero che dialoghiamo con i terroristi”, ma Di Battista insiste: “Foley è stato ucciso dall’imperialismo americano”». La dichiarazione di Matano è assolutamente falsa e non rispondente alla realtà dei fatti. Nel post menzionato Di Battista sviluppa un altro tipo di ragionamento secondo il quale violenza genera violenza e, anzi, definisce l’esecuzione «indecente, barbara, inaccettabile»

È evidente l’assoluta discordanza tra quanto scritto da Di Battista e la ricostruzione di Alberto Matano secondo cui il deputato avrebbe detto che «Foley è stato ucciso dall’imperialismo americano» (…) Di undici minuti, però, la Mazzola riprende soltanto 15 secondi, riportando esclusivamente le parole rivolte al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, oscurando tutto il resto e dichiarando, falsamente: «undici minuti di videomessaggio conditi di insulti al premier». (…) Un servizio presentato e sviluppato in questo modo offre un resoconto falso che veicola al cittadino-telespettatore un concetto assolutamente distorto. La disinformazione di cui si è reso protagonista il Tg1 è di una gravità assoluta.

Si chiede di sapere:

– quali provvedimenti intenda assumere nei confronti del mezzobusto Alberto Matano e della giornalista Claudia Mazzola;

– se non ritenga opportuno sollevare dall’incarico il direttore del Tg1 Mario Orfeo, primo responsabile di una palese disinformazione, in evidente contrasto con i principi di imparzialità e oggettività dell’informazione, ricordati in premessa;

– quali azioni intenda assumere affinché venga garantita al cittadino una maggiore obiettività dell’informazione”.

L’interrogazione completa sul blog di Beppe Grillo:

http://www.beppegrillo.it/2014/08/stop_alla_disinformazione_del_tg1_-_linterrogazione_del_m5s_alla_rai.html

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here