Benevento-Spezia, Di Carlo “Episodi decisivi”

0
CONDIVIDI
Il mister dello Spezia Di Carlo

LA SPEZIA 30 OTT.  Al termine della sfida del “Ciro Vigorito” di Benevento, è Mimmo Di Carlo a presentarsi ai microfoni della stampa: “Non posso rimproverare nulla ai ragazzi, se non qualche errore in fase di impostazione da cui sono scaturite le azioni più pericolose da parte del Benevento; è stata una partita molto equilibrata e nel primo tempo abbiamo messo in difficoltà costante i nostri avversari, creando due-tre occasioni da rete e non subendo in alcun modo gli attacchi dei padroni di casa.

Purtroppo non siamo riusciti a sbloccare la partita, ma la squadra c’è, è tosta, magari è mancata un po’ di concretezza davanti al portiere avversario, ma oggi i ragazzi sono scesi in campo con il piglio giusto, determinati a portare via punti pesanti da un campo difficilissimo e soltanto gli episodi ci hanno impedito di riuscirci.

Nell’ultimo periodo gli episodi non sono mai a nostro favore e nel dubbio le decisioni ci penalizzano sempre, come nel caso dei contatti in area campana avvenuti nella prima frazione e che hanno visto protagonisti Piu e Sciaudone; torniamo a casa con almeno un rigore non dato, un gol annullato, un’espulsione e un andamento generale che ci lascia un po’ l’amaro in bocca, perchè anche oggi noi abbiamo rimediato due ammonizioni per altrettanti falli commessi, mentre nei confronti dei nostri avversari non è stata utilizzata la stessa severità, un po’ quanto era accaduto anche con il Cittadella: mi piacerebbe vedere maggior protezione anche nei nostri confronti.

 

Non intendo trovare alibi, dobbiamo pensare a noi, ma ripeto, di certo è un momento in cui gli episodi non sono dalla nostra parte e mi auguro che dalla prossima partita il vento possa cambiare; sicuramente Nenè ha sbagliato, è stato ingenuo mentre Padella è stato più scaltro e la sua espulsione ha condizionato la ripresa, anche se nonostante l’inferiorità numerica il Benevento non ci ha schiacciato.

Torniamo a casa consapevoli di aver buttato via almeno un punto, ma ora dobbiamo rimboccarci le maniche e pensare alla prossima partita, nella quale sicuramente non avremo gli squalificati Nenè e Terzi; indipendente da chi scenderà in campo però, sarà fondamentale riproporre l’atteggiamento visto oggi.

Probabilmente se Baez avesse fatto gol sarebbe cambiata la partita, ma non voglio soffermarmi sul singolo episodio, perchè quella odierna è stata tutta una gara condizionata da episodi determinanti, avvenuti in ogni singolo momento e che non sono mai girati a nostro favore.

La mia espulsione? Non ho offeso nessuno, ho detto solo che l’entrata di Deiola non era fallo, tutto qui. A volte servirebbe un po’ di sensibilità in più”.

LASCIA UN COMMENTO