Belsito rispunta in Tribunale: il pm ha fatto male i conti

0
CONDIVIDI
Il tesoriere e vice presidente del Nuovo Msi -Destra Nazionale Francesco belsito rinviato a giudizio

MILANO. 24 OTT. Niente interrogatorio, ma dichiarazioni spontanee per contestare le perizie contabili della Procura “basate su errori e profonde incongruenze”.

Il vicepresidente del nuovo Msi Francesco Belsito, imputato nel processo cosiddetto “The family” assieme a Umberto Bossi e al figlio del senatur leghista, stamane è rispuntato in Tribunale a Milano. Secondo l’ex tesoriere della Lega Nord, il capo di imputazione che lo ha portato alla sbarra per una appropriazione indebita di oltre mezzo milione contestata si fonderebbe su degli errori. In particolare, la procura non avrebbe tenuto conto dei compensi da lui percepiti dal per l’attività svolta e la carica ricoperta in via Bellerio.

Dopo che per due volte è stato assente in aula, oggi Belsito si è presentato davanti al giudice dell’ottava sezione penale del Tribunale Luisa, leggendo il documento che contesta i conti della procura e chiedendo di poter effettuare una “controperizia” previa acquisizione dei documenti che sono stati utilizzati dai consulenti del pm ai fini di “chiarire una serie di aspetti della vicenda”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO