Home Cronaca Cronaca Genova

Belsito non va al processo di Milano: sarà accompagnamento coatto

2
CONDIVIDI
Francesco Belsito

MILANO. 3 MAG. L’ex tesoriere della Lega Francesco Belsito doveva presentarsi questa mattina presso la 4^ Sezione del Tribunale di Milano nel processo che lo vede in qualità di imputato per diffamazione in seguito ad alcune sue dichiarazioni pubblicate il 19 aprile 2012 dal settimanale ‘Panorama’ e relative al governatore della Lombardia, Roberto Maroni che è parte civile nel procedimento.

Per questo il Presidente della quarta sezione penale di Milano, Oscar Magi, ha disposto l’accompagnamento coatto in aula per lo stesso Belsito.

Il processo era iniziato il 16 marzo del 2016 e non è terminato in quanto l’interrogatorio di Belsito non si è mai concluso perché nelle successive udienze non si è mai presentato.


Da qui la decisione del Tribunale di disporre l’accompagnamento coatto per la prossima udienza fissata per il 17 maggio.

Belsito secondo l’accusa, nel colloquio con un giornalista del settimanale, aveva parlato di un presunto dossier su Maroni e che lo stesso presidente della Lombardia era stato destinatario di una “tangente da 54 milioni” per una commessa in Libia.

L’articolo, a firma Giacomo Amadori, riguarda l’inchiesta della Procura di Milano che travolse la famiglia Bossi e portò all’arresto dello stesso Belsito.

Da qui la querela del Governatore e il processo per diffamazione.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here