Home Cronaca Cronaca Genova

Beffa centro migranti Multedo, la gente non lo vuole: 300 in piazza

34
CONDIVIDI
Migranti (foto di repertorio)

GENOVA. 23 SET. Business immigrati, sicurezza e degrado. Oltre trecento abitanti di Multedo di Pegli oggi pomeriggio hanno nuovamente manifestato in piazza per protestare contro l’insediamento di 50 migranti nell’ex asilo Contessa di Govone: “Quella non è una struttura idonea per ospitare migranti, ma deve essere destinata esclusivamente per l’infanzia come è sempre stato. Non ci sono vie d’uscita rapide, i mezzi di soccorso hanno difficoltà e la strada è male illuminata”.

L’occasione è stata l’incontro pubblico organizzato dal Municipio VII Ponente che, attraverso un documento dei capigruppo municipali, ha denunciato il suo “mancato coinvolgimento” e la tardiva informazione dell’arrivo dei migranti resa nota alle autorità locali “solamente nel tardo pomeriggio del 19 ottobre”.

Sotto accusa c’è anche il direttore dell’ufficio diocesano Migrantes, monsignor Giacomo Martino, intervenuto all’incontro per spiegare come, insieme alla cooperativa “Un’altra Storia”, sarà gestito il centro d’accoglienza che dovrebbe aprire le porte dal primo ottobre.


Il prelato ha cercato di rassicurare gli abitanti, beffati dalle istituzioni, che si sono molto arrabbiati quando monsignor Martino ha ammesso che la notizia dell’insediamento dei migranti nel quartiere é stata svelata solo pochi giorni fa perché gli era stato chiesto di tenerla segreta: “Ci è stato detto: non dovete dire nulla”.

Finite le urla di disapprovazione, don Giacomo ha confermato però l’alto numero di migranti “che svolgeranno tutti i giorni corsi nel campus di Migrantes a Coronata e quindi occuperanno l’ex asilo di Multedo solo la mattina e la sera”.

Inoltre, il direttore di Migrantes ha aggiunto che gli ospiti non chiederanno l’elemosina nelle strade e dal primo ottobre dovranno frequentare una scuola, come avrebbe disposto la Prefetta Fiamma Spena.

Visto e considerato che in realtà per i migranti non sussiste nessun obbligo di legge e possono vagare liberamente per il quartiere senza controlli, i cittadini non hanno creduto molto alle parole di don Giacomo ed hanno annunciato altre forme di protesta. Nei prossimi giorni partirà quindi la raccolta di firme contro il degrado.

 

34 COMMENTI

  1. “Ci è stato detto: non dovete dire nulla”… te credo 50 Migranti X 35 euro = 1750 euro al giorno X 30 giorni = 52500 EURO AL MESE.. e te credo che non dovevano dire nulla.. e chi se li sussa sono gli abitanti di Multedo.

  2. Hanno pienamente ragione ……… Rimandarli al loro paese dopo un passaggio a casa della Boldrini. Se non è chiaro la gente è stufa di vederli in giro a rubare oppure violentare le povere malcapitate Non se ne può più !!!!!!!!

  3. Guarda guarda che bel connubio Pd è chiesa. Adesso sono tutte gatte da pelare del Pd buonista a favore dell’accoglienza però mi sorge un dubbio i servizi sono a misura di bambino ma……

  4. Come fanno i migranti a vivere a poche decine di metri da centri petrolchimici ad alto rischio (Carmagnani e Superba), è pericoloso per loro

  5. Sti merdoni delle cooperative con la complicità dei preti pedofili sono abituati a tenere la bocca chiusa e a mentire alla gente,adesso nonsolo il quartiere di multedo sarà invaso da fancazzisti ma anche quello di coronata….

  6. bisogna cominciare con i RIMPATRI altrimenti non ne usciamo , queste persone fanno comodo alle coop e a chi ci guadagna sopra non certo alla popolazione che subisce questa invasione le istituzioni sono responsabili di un degrado senza fine tutti pensano solo al profitto e delle persone locali se ne fregano come sempre . Bravi continuate su questa strada bisogna opporsi con tutte le forme x impedire questa vergogna spacciata come umanitaria ma solo business x pochi e disagi x tanti !! La maggioranza sono CLANDESTINI e non hanno diritto di rimanere nel nostro paese .

  7. Pegliesi , quanti eravate a messa oggi ? Io prendo spesso l’ autobus 1. Venendo da Genova si comincia a rientrare in Italia dopo la fermata dei vigili del Fuoco. Vogliamo il Bronx anche qui nell’estremo ponente? Non basta che ci vengano per rubare e disturbare? Diamogli anche alloggio. Ne abbiamo già troppi! Pensate a quanto si svalutano le zone ormai invase!

  8. Per gli interessi di pochi stanno distruggendo la tranquillità’ di molti..Bisogna opporsi con decisione,firme e cortei,perche’ ne arriveranno sempre di più’ e non avremo difesa!!Che buonismo e’ accogliere migliaia di persone che non hanno ne’ istruzione ne’ casa ne’ lavoro..non si emigra per mendicare a casa d’altri!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here