Home Cronaca Cronaca Genova

Beffa centro accoglienza Multedo, partita raccolta di firme: no a business immigrati

7
CONDIVIDI
Migranti a Multedo nell’ex asilo, cittadini in rivolta

GENOVA. 26 SET. No al degrado ed al business immigrati. La gente di Multedo e di Pegli si è organizzata ed è già partita la raccolta di firme contro l’insediamento dei richiedenti asilo, gestito dalla Curia, nell’edificio dell’ex asilo Govone.

L’arrivo dei circa 50 africani è previsto per i primi di ottobre. Gli abitanti, preoccupati, si sono anche sentiti presi in giro perché nessuno li aveva avvertiti.

Sabato scorso erano scesi in piazza in 300, raccogliendo l’invito ad un incontro pubblico del Municipio. Monsignor Giacomo Martino si era presentato davanti a residenti e commercianti del quartiere allargando le braccia, ma poi non aveva potuto mentire: “Sì, avete ragione. Ma mi avevano detto di stare zitto e di non avvertire nessuno”.


Adesso, nei bar, negozi, edicole e un po’ ovunque nel quartiere si stanno raccogliendo le firme. Molto attivo anche il gruppo Facebook “Sei di Multedo Se…”.

“Multedo è un quartiere pieno di criticità – spiegano i residenti – la strada dell’asilo non ha vie di fuga ed è male illuminata. Non mettete in mezzo i depositi chimici di Carmagnani e Superba. Quelli, almeno, danno del lavoro anche alla cittadinanza che abita sul territorio. A guadagnare sul business immigrati, che porta solo degrado, invece, sono onlus e coop”.

 

7 COMMENTI

  1. Vergogna. Fino alla fine della legislatura il PD con le Coop Rosse e il Vaticano con le sue Onlus vanno a braccetto per mangiare sul business accoglienza migranti fancazzisti. Se veramente esistesse Dio, dovrebbero pagare per il danno che stanno facendo all’Italia e agli italiani. Un giorno non lontano ci saranno i morti e qualcuno dovrà prendersi le responsabilità! Bastardi!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here