Beach Waterpolo, conclusa l’edizione 2016 a Boccadasse

1
CONDIVIDI
Boccadasse si prepara alla festa: è San Antonio da Padova
Boccadasse
Boccadasse

GENOVA 18 LUG.  Si è concluso con un gran finale la V edizione del torneo di beach waterpolo nelle acque di Boccadasse. Un vero e proprio successo, con centinaia di persone accorse a vedere atleti grandi e piccoli, di ogni categoria, che hanno dato vita ad un vero e proprio spettacolo non solo sportivo, ma anche di solidarietà e di festa.

Proprio così, la parola d’ordine di questo torneo è stata “ solidarietà”. Si è giocato per raccogliere fondi per l’associazione italiana per la lotta al Neuroblastoma, e la risposta come sempre è stata più che positiva. – Aiutare l’associazione che aiuta tanti bambini e bambine, compresa quella di un amico, è stata la marcia in più per noi organizzatori a fare le cose sempre meglio, e siamo contentissimi di aver dato un contributo positivo- afferma Matteo Bittarello, membro dello staff.

-L’obiettivo di questi tornei – gli fa eco il fratello Luca – è trovare un momento di condivisione tra tutti gli addetti della categoria, atleti di ogni genere e forza, dal neo recchellino Edoardo Di Somma, ad un super amatore entrato nell’acqua per la prima volta. Era importante che ci fossero anche gli under 13, perche capissero che lo Sport, al di la di ogni risultato sportivo, crea un legame particolare e valori morali ed etici importantissimi- E’ quello che si è visto stasera.

 

Passiamo alla narrazione dei fatti. Per i giovani vince la Chiavari Nuoto in una soffertissima finale contro la Sportiva Sturla che giocava in acque casalinghe. Terzo e quarto posto per lo Sporting Club Quinto e il Rn Camogli.

Per il torneo misto dei senior, passiamo direttamente al podio.Gli Sbronzi di Riace di Chiara Ricchini, si aggiudicano la medagli di bronzo vincendo contro la Rn Cafeteros costituta da un ossatura di arenzanesi doc come Giordano Manzone e i fratelli Agostini.

Vincono una super finale , raccontata dalla telecronca di Giacomo Lanzoni in veste di telecronista, gli “outsider” dell’ Hellas Madonna capitanati da Matteo Cappelli, ma dove è il collettivo a fare la forza : un grande gruppo trascianto dai bomber Luca Marziali ed Agnese Cocchiere. Medaglia d’argento per i Dinamo Jabas, squadra del Borgo, composta da quasi tutti abitanti di Boccadasse, ma trascinati dalla sorese Giulia Viacava.

Passiamo ai premi speciali, il premio per il “selfie” con il braccialetto contro il neuroblastoma viene vinto da Paola Casale con più di 100 like.

Il capocannoniere è l’evergreen Giorgio Gioia con 12 reti, il miglior portiere è lo sturlese Riccardo Pasa, miglior giocatrice e giocatori sono Giulia Viacava e Luca Marziali entrambi finalisti, mentre il premio per il più bel gol è stato vinto da Filippo Minuto, con una mezza rovesciata rigorosamente di piede.

Il trofeo più imporante del torneo , “il giocatore da Beach”, è stato vinto e festeggiato da tutti gli organizzatori da un giocatore che la mattina mangia biscotti e colonneli, Giacomo Lanzoni.

Ringraziamo come sempre tutti gli sponsor che aiutano questo torneo a migliorarsi, la Sportiva Sturla per il campo, la Polisportiva Vingocchi per l’aiuto logistico, il Municipio Mediolevante specialmente nella figura di Alessandro Morgante.

Ma il ringraziamento più grande di tutti quest’anno va all’Associazione italiana per la lotta al neuroblastoma e specialìalmente a Filippo Minuto che hanno reso tutto questo ancora piu bello.

L’appuntamento ovviamente è all’anno prossimo.

 

1 COMMENTO

  1. Come al solito nessuna comunicazione con la Proloco.
    A Boccadasse vige il tutti contro tutti e aiutiamoci solo se c’è da guadagnare.
    Continuate così che trasformeremo le spiagge in discariche!

LASCIA UN COMMENTO