Home Spettacolo Spettacolo Genova

LA BAYADERE. IL PRIMO APPUNTAMENTO CON LA DANZA AL CARLO FELICE

0
CONDIVIDI
Bayadere

Bayadere GENOVA. 16 OTT. Era in programma questa sera, giovedì 16 ottobre, la prima di La Bayadère, ma la data è stata spostata a venerdì 17 a causa del lutto cittadino indetto a seguito dei disastri dell’alluvione.

Questo spettacolo che vede protagonista la Compagnia di Danza del Teatro Accademico Statale dell’Opera e del Balletto di Ekaterinburg, costituisce uno di quei titoli che, per coreografia e storia narrata , incarnano la quintessenza del balletto classico.

La prima rappresentazione avvenne a San Pietroburgo,  presso il Teatro Imperiale Bolshoi Kamenny  nel gennaio del 1877.


Il più grande coreografo di allora, Marius Petipa, autore sia del soggetto che della coreografia originale, associa in questo lavoro i passi della tradizione ballettistica francese e italiana alle immagini che animavano i sogni ad occhi aperti del pubblico tardoromantico: paesaggi esotici, promesse d’amore tradite, sentimentalismo e tragedia, evocazioni soprannaturali.

La Bayadère è stata allestita e rivisitata molte volte nella sua lunga storia.

BayadereOltre allo stesso Petipa nel (1900), da Aleksander Gorskye Vasily Tikhomirov (1904), Agrippina Vaganova (1932), Vakhtang Chabukiani e Vladimir Ponomarev (1941), Rudolf Nureyev (solo la scena de Il regno delle ombre nel 1963), Natalia Makarova (solo la scena de Il regno delle ombre nel 1974) e tutto il balletto nel 1980), Rudolf Nureyev (tutto il balletto e fu la sua ultima coreografia, nel 1992), e Sergei Vikharev (in una ricostruzione dell’ultimo revival di Petipa).

La Compagnia di Danza del Teatro dell’Opera e del Balletto di Ekaterinburg fa parte di un grande teatro con ben 600 lavoratori all’interno, come ha spiegato il direttore generale nonché sovrintendente Andrei Shishkin.

Un teatro federale che 2 anni fa ha festeggiato i suoi 100 anni di vita. Orchestra e coro sono residenti ed ogni stagione allestisce 4 produzioni, due opere liriche e due balletti. Negli ultimi due anni gli spettacoli prodotti all’interno si sono meritati ben 13 nominations al Premio Maschera d’oro, molto noto in Russia, aggiudicandosi 4 maschere d’oro. Generalmente quando la compagnia è in tournée si porta con sé anche l’orchestra, ha detto Shishkin, ma in questo caso avendo a disposizione l’orchestra del teatro genovese non è stato necessario.

La compagnia è di altissimo livello, ha sottolineato il direttore del ballo Slav Samodurov, tutti i solisti sono molto bravi e varrebbe la pena di assistere all’esecuzione di ambedue i cast in programma.

Questo balletto è stato fortemente voluto ed organizzato dal Carlo Felice anche in merito al gemellaggio tra Genova ed Ekaterinburg. All’ottobre del 2013 vennero compiuti 10 anni dal giorno della sottoscrizione di un accordo sulla cooperazione tra la città di Ekaterinburg e la città di Genova. Francesca Camponero

Bayadere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here