Baseball, la Cairese vince il derby contro il Sanremo

0
CONDIVIDI
Silvio Bazelli della Cairese
Silvio Bazelli della Cairese
Silvio Bazelli della Cairese

SAVONA 12 APR.  In un clima per nulla rivierasco e con una pioggia a dir poco fastidiosa è iniziata sabato scorso l’avventura cairese nel campionato di Serie B di baseball, ed è stato subito derby : sul diamante di Sanremo la squadra valbormidese ha affrontato per la prima di campionato proprio i cugini sanremesi .
La Cairese apre gara 1 con la formazione consueta: Lomonte partente sul monte di lancio ricevuto da De Los Santos, Berretta Davide, Bellino,Pascoli Marco e Pascoli Matteo in campo interno, Berretta Daniele, Ferruccio Roberto e Palizzotto Carlo esterni.
La sfida tra Cairese e Sanremo è sempre una gara a parte, le formazioni si conoscono e si temono , e soprattutto non ci stanno a perdere; gara 1 la fanno in larga parte i due partenti che tirano entrambi per 5 inning; diversi nelle loro caratteristiche tecniche, i due lanciatori realizzano una media di 2 out per inning; Lomonte tira le fiamme e avrà al suo attivo 10 strike out, il suo avversario Fauzzi è più lento , ma altrettanto insidioso, tanto da imbrigliare le mazze cairesi che rimangono al piatto per ben 12 volte.
La partita è giocata sul filo del rasoio; la Cairese si porta in vantaggio per 1 a 0 al termine del secondo inning con un punto costruito dai latini Estrada e De Los Santos: il primo batte una valida interna,il secondo lo spinge a punto con un lungo doppio tra gli esterni.
Poi più nulla fino al quinto attacco dei rivieraschi che si presentano agguerriti nel box di battuta, aiutati anche da qualche incertezza difensiva , i sanremesi portano a casa un bottino di ben 4 punti e passano in vantaggio di 3 lunghezze. Nel corso dell’inning successivo la Cairese accorcia le distanze, ma i biancoblu replicano con un punto : 5 a 2 il punteggio alla fine del settimo inning. Intanto sul monte salgono i rilievi: Berretta Davide per la Cairese, Morandin Eugenio per il Sanremo
La Cairese non ci sta, si scuote e si presenta al suo ottavo attacco decisa a fare sua la partita; il sole fa capolino sul diamante e ci sono tutte le premesse per la “ remuntada “ : Estrada batte valido, De Los Santos replica con un altro lunghissimo doppio , e lo score segna 5 a 3; anche Palizzotto realizza una valida ed arriva in base, è il turno di Roberto Ferruccio che con un bellissimo triplo spinge a casa due punti: è parità, un corridore in terza un solo out al passivo; è la volta del “lead off” Matteo Pascoli che con una volata di sacrificio sull’esterno destro spinge a casa il punto della vittoria finale.
E’ una vittoria sofferta ottenuta col cuore, un grande cuore che ha permesso alla Cairese di non darsi per vinta, ma di trovare la grinta e la forza necessarie per far propria una partita che “si era messa male”.
Gara 2 ha un’altra storia; la Cairese si presenta con Luca Baisi sul monte, rilevato al sesto inning da Silvio Bazelli ; Lomonte in prima base ,Bellino e Pascoli Marco in “cerniera”, Pascoli Matteo in terza, Berretta Daniele, Ferruccio Roberto, e Giubilo Gianluca in campo esterno.
Il monte sanremese soffre e la Cairese mette a segno 12 punti nei primi 2 innings; ed il vantaggio si incrementa ancora nel corso degli innings successivi, tanto da arrivare al 16 a 2 finale che chiuderà la partita al settimo per differenza punti.
C’è anche una ampia possibilità di sperimentare e di provare le giovani leve: Ceppi in prima base, Luca Granata in seconda,( ottima la sua prestazione con due out al volo importanti) , Matteo Pascoli in interbase, Bellino in terza e Marco Pascoli dietro il piatto, in esterno Andrea Buschiazzo autore di un bell’out al volo; Patrick Bloise battitore designato. Bazelli rileva , come già detto, il partente Baisi ed è protagonista di una prova generosa.
Ottimo quindi l’avvio del campionato, anche se la Cairese è conscia di essere ancora parecchio indietro con la preparazione sul campo, la annosa questione della mancanza di luci che permetterebbero di svolgere attività anche più tardi la sera, e l’inclemenza del tempo sono fattori che hanno condizionato l’ultima parte della preparazione invernale.
Adesso un turno di riposo forzato dovuto alla assenza del Vercelli che si è ritirato dal campionato e poi ci sarà la traferta a Rho sempre di sabato e sempre in notturna.

LASCIA UN COMMENTO