Barista massacrato sul bus a Caricamento, Amt citata a giudizio

2
CONDIVIDI
Potrenne essere derubricata l'accusa di tentato omicidio per i giovani che picchiarono il barman 44enne Marzio
Bus a Caricamento, dove avvenne il massacro del barista 44enne
Bus a Caricamento, dove avvenne il massacro del barista 44enne

GENOVA. 15 LUG. Il gup del Tribunale di Genova oggi ha disposto la citazione di Amt, come responsabile civile per quanto riguarda la posizione dell’autista del bus della linea 1 a bordo del quale, la notte del 14 luglio dell’anno scorso, avvenne il violento pestaggio di un barista.

Il 44enne rimase ricoverato in ospedale a lungo. Per il grave episodio erano stati indagati 4 giovani, più un minorenne. Gli imputati, inizialmente accusati di tentato omicidio, devono rispondere di lesioni aggravate.

La richiesta era stata fatta dall’avvocato del barista e della sua convivente, i quali si sono costituiti parti civili. Il giudice ha decretato che l’Amt si costituisca in giudizio con il suo legale rappresentante, che dovrà nominare un difensore.

 

All’autista viene contestato il favoreggiamento e l’omessa denuncia perchè non avrebbe tempestivamente denunciato l’accaduto alle forze dell’ordine. Inoltre, in un primo tempo, il dipendente dell’Amt avrebbe reso dichiarazioni, poi corrette, che avrebbero potuto essere di ostacolo alle indagini.

Secondo una delle versioni dei fatti, a scatenare il pestaggio sarebbe stato un apprezzamento fatto dal barista nei confronti di una delle giovani donne che erano con gli imputati.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO