Banda delle moto rubate: sequestri per 180mila euro, arrestato un genovese

1
CONDIVIDI
Arrestato un genovese e 5 altri denunciati: rubavano le moto e in molti casi ne rivendevano i pezzi
Arrestato un genovese e 5 altri denunciati: rubavano le moto e in molti casi ne rivendevano i pezzi
Arrestato un genovese e 5 altri denunciati: rubavano le moto e in molti casi ne rivendevano i pezzi

GENOVA. 15 LUG. I carabinieri del nucleo Operativo di Santa Margherita Ligure, in collaborazione con quelli della stazione di Genova Rivarolo, a conclusione di prolungata ed articolata attività di indagine, venerdì scorso hanno arrestato in flagranza un genovese di 33 anni, meccanico, già noto per precedenti di polizia, e alla denuncia in stato di libertà di altri cinque genovesi fra i 30 e i 46 anni per il reato di furto, riciclaggio e  ricettazione in concorso di motoveicoli.

L’attività d’indagine condotta dai militari dell’Arma Sammargheritese era stata avviata a seguito di un controllo alla circolazione stradale ad un motocicl,o rivelatosi poi oggetto di furto e rivenduto a pezzi sul mercato nero.

L’attività d’indagine ha permesso di individuare i responsabili, ritenuti, dato anche l’alto numero di parti di motoveicoli rinvenuti, gli autori di numerosi furti di maxi scooter e moto di grossa cilindrata in tutta la Provincia di Genova. I malviventi della banda, si sarebbero poi appoggiati presso un’officina nel ponente genovese per lo smontaggio e l’immediato riciclaggio delle parti di ricambio su altri mezzi cosiddetti “puliti”.

 

Le operazioni di perquisizione hanno permesso il ritrovamento di 8 motoveicoli oggetto di furto, già pronti per essere smistati o smontati. Ingente anche il numero di parti di ricambio rinvenute nei diversi locali e garage della banda.

Rilevante il valore della refurtiva rinvenuto, che ammonta a circa 18mila euro.

Sono in corso accertamenti per risalire alla provenienza di tutto il materiale rinvenuto, che si ritiene possa essere stato destinato alla vendita anche sul mercato estero.