Bancomat, attenzione alle truffe di Natale

0
CONDIVIDI
Cash Trapping al Bancomat
Attenzione al cash trapping al Bancomat
Attenzione al cash trapping al Bancomat

GENOVA. 3 DIC. La polizia postale per i giorni dello shopping di Natale ha invitato i genovesi a prestare massima attenzione alle truffe, in particolare al “cash trapping” dei bancomat.
La tecnica dei malviventi prevede l’inserimento nel macchinario del bancomat di uno speciale strumento a “forchetta”, che ha lo scopo di trattenere le banconote erogate dallo sportello preso di mira. I delinquenti poi si appostano nelle vicinanze della banca e aspettano che l’utente vada a ritirare del denaro. Il correntista non lo riceve e, magari pensando ad un malfunzionamento, si allontana. A quel punto intervengono i truffatori che rimuovono la “forchetta” e s’impossessano dei contanti. Quando non si ricevono i soldi o la tessera, quindi, è bene rimanere in posizione, telefonare ai numeri verdi bancomat ed eventualmente anche al 112 o al 113.

Un’altra sofisticata tecnica scoperta dalla polizia consente ai truffatori di ritirare del denaro senza che venga addebitata alcuna somma sulla carta utilizzata. In sostanza, viene inserita una primo carta, così da far aprire la bocca dello sportello. Poi usando una secondo tessera, generalmente clonata, si preleva la massima somma concessa. In questo modo si evita la restituzione della carta facendo scattare il meccanismo di auto protezione della macchina, che fa finire i soldi nell’apposto sportello di recupero: in questa fase la “forchetta” precedentemente installata procede ad intercettare il denaro che viene successivamente rubato.

LASCIA UN COMMENTO