BANCA CARIGE: IN VISTA NUOVA GOVERNANCE

0
CONDIVIDI

carige1GENOVA. 27 GIU. Per la Banca Carige, si profila una nuova governance, dopo l’aumento di capitale concluso il 25 giugno con la vendita di quasi il cento per cento delle nuove azioni offerte, per un valore sugli 850 milioni di euro.
La nuova composizione dell’azionariato sarà resa nota verso la fine dell’ultima settimana di giugno, quando le autorità competenti assegneranno ufficialmente l’assetto delle nuove azioni e, secondo la normativa, verranno indicati gli azionisti sopra al valore del 2%.
Fonti degli ambienti finanziari milanesi permettono di prefigurare il nuovo scenario. La famiglia Malacalza dovrebbe salire al 17%, l’imprenditore Gabriele Volpi si attesterebbe al 5,5%. Questo, al di là di eventuali variazioni di qualche punto, in ogni caso, questi imprenditori saranno il baricentro della nuova governance di Banca Carige.

Un 22-23 % dell’azionariato potrebbe sommarsi al 6% circa detenuto complessivamente dalle fondazioni di Carrara e Lucca e dalle Coop, con questi valori si arriva intorno al 30%. I soci francesi di Bpce sono rimasti circa all’1% e Fondazione Carige sullo 0,5%. Il resto del capitale, circa il 70% fluttua sul mercato, potrebbe andare a chiunque ma gli analisti ritengono improbabili delle clamorose sorprese. ABov.

LASCIA UN COMMENTO