Bagni Lido rimangono genovesi, pagata prima tranche di debiti

0
CONDIVIDI
Un'immagine aerea dei Bagni Lido in corso Italia a Genova
Un'immagine aerea dei Bagni Lido in corso Italia a Genova
Un’immagine aerea dei Bagni Lido in corso Italia a Genova

GENOVA. 17 MAG. I bagni Lido in corso Italia al momento rimangono in mani genovesi, anche se non è escluso che arrivino aiuti da finanziatori “foresti”.

I proprietari dello storico stabilimento balneare hanno deciso di pagare i debiti a Mario Corica, il manager che aveva ottenuto dal Tribunale la messa all’asta delle infrastrutture per rifarsi di un credito di quasi 4 milioni di euro, che vantava dopo avere progettato il rifacimento dei bagni Lido.

Gli avvocati delle famiglie Rapallini-Rizzo oggi hanno comunicato al Tribunale l’avvenuto versamento di una prima tranche e l’intenzione di rateizzare il resto. Il giudice ha quindi riconvocato le parti il 30 maggio. Pertanto, la mossa delle famiglie genovesi ha fatto saltare la data dell’asta, che doveva essere fissata stamane.

 

La famiglia genovese Rizzo-Rapallini il mese scorso aveva presentato un’offerta per cercare di evitare l’asta. Il giudice si era riservato di valutare l’offerta.

 

 

LASCIA UN COMMENTO