Home Consumatori Consumatori Genova

Azzardo: crescono VLT, casino online e scommesse, ma aumentano anche le preoccupazioni

0
CONDIVIDI
Azzardo: crescono VLT, casino online e scommesse, ma aumentano anche le preoccupazioni

GENOVA. 13 MAG. Il 2016 ha fatto registrare un nuovo record per l’azzardo: gli italiani hanno giocato 95 miliardi di euro, ben l’8% in più rispetto ai 12 mesi precedenti. Di questi, oltre il 51% è stato “investito” in slot machine e Videolottery, per un totale di 49,1 miliardi. 15,6 miliardi sono invece stati utilizzati per alimentare i giochi online da casino, mentre 7,5 miliardi rappresentano la cifra che è stata spesa nelle scommesse sportive, ormai gestite per la maggior parte dai servizi via web piuttosto che nelle ormai “storiche” ricevitorie.

Una vera manna per l’erario che, considerando anche il recente aumento della tassazione sul settore, ha incassato quest’anno una cifra record: basti pensare che i proventi derivanti dal solo mercato di slot e VLT ammontano a quasi 6 miliardi di euro, nonostante tutte le manovre previste per la riduzione del numero di “macchinette”, per le agevolazioni fiscali a chi si astiene dall’installare giochi telematici in bar e tabacchi e per l’applicazione dei vari “distanziometri”. Argomento, quest’ultimo, che risulta di particolare interesse per la Liguria, visto il recente dibattito sulla moratoria Toti e Rixi, che ha sollevato alcune criticità che vedono contrapposti i noti problemi di ludopatia che affliggono troppo spesso i giocatori alla necessità di garantire, oltre a posti di lavoro nel settore, anche la presenza del gioco legale sul territorio per scongiurare il rischio che il gioco illegale e non controllato si presenti come un problema di portata ancora più grave.

In rapido sviluppo e sempre più diffuso anche il gioco online, che vede prevalere casino e scommesse sportive. Se l’incremento delle scommesse via web è imputabile in larga parte al fatto che un grosso volume di affari si è spostato dalle ricevitorie al più “immediato” mondo tecnologico,  i giochi da casino sono da considerarsi la  vera novità dell’ultimo decennio. La semplicità di accesso ai giochi da casino, la disponibilità di decine se non centinaia di tavoli verdi e slot virtuali 24 ore su 24 e la presenza di “buoni in denaro” per incentivare gli internauti a provare con mano l’emozione dei casino, come spiega il sito wisecasino.net, sono alla base dell’enorme successo riscosso e della crescita quasi incontrollata del mercato dei “casino games”.


Milioni di monete inserite, di mouse cliccati, di pulsanti premuti e di “schedine” compilate destano ovviamente preoccupazione tra chi si occupa di valutare l’impatto che il gioco d’azzardo ha nella società moderna. I dati estratti dall’ultima relazione sullo stato delle dipendenze in Italia prodotta dal Dipartimento di Politiche Antidroga mettono in mostra come praticamente la metà degli italiani giochi d’azzardo, nello specifico il 49,7%. Ancora più preoccupanti però le motivazioni che spingono gli italiani a giocare: il sano divertimento e il relax non sembrano ai primi posti, poiché tra i fattori personali che possono indurre un individuo ad avvicinarsi al gioco ci sono le difficoltà economiche (35,2%) e il disagio sociale (31,9%), mentre il semplice desiderio di sfidare la sorte si ferma è al terzo posto (27,4%). Nonostante questo sembra che il numero di giocatori a rischio di sviluppare un certo livello di ludopatia sia calato (dal circa 15% del 2011 al 12% del 2013), mentre quello dei giocatori problematici sia rimasto praticamente immutato nell’ultimo triennio. Tra gli interventi auspicabili per porre rimedio alla situazione si valuta la riduzione del numero di apparecchi sparsi sul territorio, la limitazione o il divieto alla pubblicità, l’attività di prevenzione nelle scuole e la limitazione degli importi massimi per le scommesse.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here