Home Cronaca Cronaca Imperia

AZIONE DE LA DESTRA GIOVENTU’ ITALIANA CONTRO LA DIRETTIVA BOLKESTEIN CHE COLPISCE I BALNEARI

0
CONDIVIDI
Nella foto: il manichino impiccato posizionato dai militanti di Gioventù Italiana
Nella foto: il manichino impiccato posizionato dai militanti di Gioventù Italiana

IMPERIA. 4 AGO. Le Federazioni de La Destra Imperiese, Savonese e Genovese dicono no alla direttiva Bolkestein, ribattezzata Frankestein.
In una nota si legge: “La suddetta direttiva è espressione di un’Europa liberista e privatista che non piace agli onesti lavoratori. Secondo quanto previsto saranno revocate tutte le concessioni demaniali (ad oggi sono 27.300), quelle degli stabilimenti balneari per capirci, e saranno riaffidate.
Scopo di Bruxelles non è ridurre i costi per i bagnanti bensì eliminare le migliaia di piccoli imprenditori e gestori del settore a favore di grandi multinazionali del “divertimento e turismo” che colonizzerebbero i nostri litorali, sull’esempio di Mc Donald e Starbucks.Ecco perché La Destra Liguria dice no all’ennesimo danno all’economia italiana e regionale.
Andrebbero persi o messi in crisi 300.000 posti di lavoro come stagionali, ad esempio i bagnini e 100.000 imprenditori.
La nostra regione vive di turismo, già la crisi ci ha danneggiato, non vogliamo essere ulteriormente affossati da politiche che fanno bene solo alle multinazionali. Per queste ragioni La Destra Liguria ha aderito allo sciopero dei gestori dei bagni che si è tenuto ieri 3 agosto.
La nostra lotta non si fermerà qua, ma continuerà con una serie di azioni come quella di questa notte, ossia l’impiccagione di un bagnino fantoccio, che rappresenta le centinaia e migliaia di posti di lavoro che si perderanno” conclude il portavoce Gandolfi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here