Avellino-Spezia, Di Carlo “Non abbassiamo la guardia”

0
CONDIVIDI
Mimmo Di Carlo
Mimmo Di Carlo
Mimmo Di Carlo

LA SPEZIA 6 MAR. Primo successo nella storia dello Spezia Calcio contro l’Avellino e, soprattutto, nono risultato utile consecutivo per le Aquile, volate a quota 47 punti, nel vivo della zona playoff. Non poteva chiedere di meglio Mimmo Di Carlo, che al termine della sfida del “Partenio-Lombardi” esprime tutta la propria soddisfazione per una gara vinta con concentrazione, umiltà e sacrificio, proprio quanto il tecnico di Cassino chiede quotidianamente ai suoi ragazzi: “Non è stata una partita semplice, ma i miei ragazzi sono stati bravi a scendere in campo con il giusto piglio, giocando come una squadra di Serie B deve fare, dimostrando di saper soffrire nel modo corretto, senza mai rinunciare ad esprimere il calcio che ci ha consentito di recuperare terreno e di agganciare la zona playoff; i nostri avversari hanno battuto numerosi corner e questo dimostra che l’Avellino ha provato fino all’ultimo a metterci in difficoltà, ma noi siamo stati bravissimi a giocare esattamente così come avevamo preparato la gara in settimana. rendendoci sempre pericolosi con rapidi fraseggi e veloci ripartenze.

Nella prima frazione abbiamo creato due occasioni importanti, ma non siamo stati concreti, mentre nella ripresa siamo cresciuti ed è venuta fuori la forza di questo Spezia, che sicuramente vive un periodo positivo in cui tutto gira al meglio, ma non si tratta solo di fortuna, piuttosto stiamo raccogliendo i frutti del duro lavoro svolto in questi mesi e quanto colto è sicuramente meritato; l’Avellino non ha mai abbassato i ritmi, cercando di attaccare fino al 93′ affidandosi alla forza fisica dei propri attaccanti, spesso cercati con palle lunghe, ma la difesa è stata brava a contenerli ed a ribattere colpo su colpo. Non dimentichiamoci mai che nel calcio si affrontano due squadre ed è praticamente impossibile non concedere nulla agli avversari, l’importante è non perdere mai la concentrazione e saper soffrire quando è il momento.

La classifica attuale l’abbiamo meritata ed anche oggi torniamo a casa con tre punti importantissimi e portati via da un campo particolarmente difficile grazie ad una prova maiuscola, oltretutto dopo esser stati protagonisti di una vera e propria battaglia sportiva contro il Cesena soltanto pochi giorni fa, gara che oggi avremmo potuto pagare nella ripresa, ma così non è stato, forse anche grazie al gol siglato in avvio che ci ha consentito di giocare la seconda frazione con più serenità rispetto ad un Avellino che con il passare dei minuti si è innervosito.

 

Oggi contava essere una squadra con la S maiuscola e così è stato, altrimenti non avremmo potuto portare a casa tre punti dal “Partenio-Lombardi”, stadio dove storicamente lo Spezia non aveva mai vinto; questo è un gruppo che ha qualità, che deve ancora migliorare nel gioco in velocità, ma che allo stesso tempo ha una maturità tale che gli permette di affrontare a testa alta qualsiasi formazione ed anche oggi questo carattere è emerso, con i ragazzi che hanno messo da parte il fioretto a favore della spada, proprio come richiede un campionato duro come la Serie B.

LASCIA UN COMMENTO