Avellino-Spezia, Aquile contro il Tabù Partenio

0
CONDIVIDI
spezia daspo tifosi
Tifosi dello Spezia
spezia daspo tifosi
Tifosi dello Spezia

LA SPEZIA 5 MAR. Nel 30° turno del campionato di Serie B ConTe.it, lo Spezia di Mimmo Di Carlo, reduci dal pareggio interno ottenuto contro il Cesena che ha portato ad otto la striscia di risultati utili consecutivi per Terzi e compagni, saranno di scena sull’ostico terreno del “Partenio-Lombardi”, casa di un Avellino pronto a tutto pur di non far allontanare ulteriormente la zona playoff, scappata a quattro lunghezze dopo la sconfitta di misura patita nel 29° turno contro il Brescia.

In classifica la formazione allenata dall’esperto Attilio Tesser occupa la decima posizione con un bottino di 40 punti, frutto di undici successi, sette pareggi e ben undici sconfitte, di cui tre maturate sul terreno amico, dove invece i Lupi hanno vinto in otto occasione, raccogliendo 27 punti, contro i 13 raccolti lontano dall’Irpinia. Di certo la formazione biancoverde può contare su un attacco tra i più prolifici del campionato cadetto, con ben 41 reti realizzate, dietro soltanto a Cagliari, Crotone e Pescara, ovvero le prime tre della graduatoria, ma a spiegare la posizione in classifica della formazione di mister Tesser ecco il dato relativo alle reti incassate, ovvero 40, che fanno della retroguardia avellinese la quarta peggior difesa del torneo.

In questa prima parte del girone di ritorno, gli irpini hanno colto soltanto due successi, ovvero l’1 a 0 nel derby casalingo contro la Salernitana ed il 2 a 1, sempre al “Partenio-Lombardi”, contro il Livorno del 28° turno, mentre nelle restanti sei giornate disputate nel 2016, sono arrivati tre pareggi ed altrettante sconfitte.
Tuttavia, una buona notizia per il tecnico avellinese e per il suo 4-3-1-2, potrebbe essere il rientro di Castaldo, assente nelle ultime tre giornate di campionato ed assoluto trascinatore della formazione irpina, capace non solo di fare reparto da solo grazie ad una notevole forza fisica, ma anche di mettere a segno gol pesanti, come quelli che nella scorsa stagione hanno trascinato l’Avellino fino alle semifinali playoff; attenzione però anche al possente Mokulu, già a segno in nove occasioni, all’eterno Tavano ed all’imprevedibilità del belga Bastien.

 

Per quanto riguarda i precedenti tra le due formazioni, su otto gare, gli aquilotti non hanno mai avuto ragione dei lupi, cogliendo soltanto cinque pareggi a fronte di tre sconfitte, mentre il dettaglio delle sfide disputate in Campania parla di un acuto biancoverde e due pareggi; infine da segnalare come lo Spezia non abbia mai vinto nemmeno contro Attilio Tesser che da avversario alla guida di Mantova, Novara, Ternana e Avellino, ha vinto tre volte, pareggiando in altrettante occasioni.

LASCIA UN COMMENTO