ARCHIVIO

Autonomia, Rixi a vice di Gentiloni: ingiusto che nostri porti siano bancomat per lo Stato

“L’autonomia finanziaria e amministrativa dei porti è il percorso necessario per concorrere, ad armi pari, con gli scali del Nord Europa che, già da anni, sono Spa pubbliche, municipalizzate e regionalizzate. Pertanto, non parliamo affatto di fantascienza quando noi diciamo che anche i porti liguri debbano raggiungere una propria autonomia e poter trattenere l’extragettito portuale”.

Lo ha dichiarato oggi l’assessore regionale ai Porti Edoardo Rixi replicando alle dichiarazioni rilasciate stamane dal sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega agli Affari regionali, Gianclaudio Bressa (Pd), in merito all’autonomia dei porti liguri.

“Al contrario di quanto ha dichiarato il sottosegretario Bressa – ha aggiunto Rixi - fino ad oggi, semmai sono gli scali liguri ad aver svolto il ruolo di bancomat per lo Stato, ricevendo in cambio solo qualche briciola. Regione Liguria è determinata ad avviare il percorso necessario al raggiungimento dell’autonomia portuale che si tradurrebbe nel necessario ammodernamento infrastrutturale, logistico e di mitigazione dell’impatto ambientale delle operazioni portuali a contatto con i quartieri”.