Autisti Amt a vittime di incivili e violenti: state zitti, conviene

30
CONDIVIDI
Alcuni passeggeri scendono dal bus, gli autisti a vittime di incivili e violenti: lasciate perdere, conviene
Alcuni passeggeri scendono dal bus, gli autisti a vittime di incivili e violenti: lasciate perdere, conviene
Alcuni passeggeri scendono dal bus, alcuni autisti Amt a vittime di incivili e violenti: lasciate perdere, conviene

GENOVA. 22 MAG. Buonismo, malagiustizia e certa tolleranza di taluni magistrati, contribuiscono a produrre risultati di insicurezza in città ed inefficacia del lodevole lavoro svolto dalle forze dell’ordine, ma anche ad alimentare normali paure nella popolazione.

Visto e considerato l’andazzo, ora alcuni autisti Amt (i quali vorrebbero difendere i loro passeggeri, ma spesso anche loro hanno le mani legate e sono lasciati soli alla mercé di chiunque) consigliano agli utenti di lasciare perdere quando sono vittime di violenze, insulti o prepotenze.

Eppure, l’assessore comunale Anna Maria Dagnino l’anno scorso aveva annunciato che il Comune si sarebbe costituito parte civile contro i violenti sui bus. Solo parole perché non è cambiato nulla. Anzi, semmai è peggiorato tutto. In sostanza, incivili e violenti non soltanto sono lasciati liberi di farla da padrone e di viaggiare gratis, mentre noi paghiamo, ma pure di picchiare, aggredire, umiliare gli altri, passandola quasi sempre liscia.

 

L’altro giorno a Murcarolo, un invalido di 62 anni sul bus della linea 15 è stato costretto a difendersi da solo con le stampelle da un senegalese che lo ha aggredito e picchiato, colpendolo con un pugno. L’episodio di violenza è uno dei tanti e il popolo del web genovese ha reagito, raccontando altri fatti similari. Ecco alcune delle testimonianze delle vittime, diffuse sui social.

“Giusto stamattina sulla linea 356 partiti da Brignole, un extracomunitario si è messo a sputare sul pavimento del bus e quando un anziano gli ha fatto osservazione, lui ha dato i numeri insultando e offendendo tutti gli italiani, si è alzato andando vicino al Signore con aria minacciosa gridando che in Africa a quelli che salgono con i cani gli sparano, qualcuno di noi è intervenuto verbalmente, ma l’autista fermando il bus ci ha consigliati vivamente di lasciar perdere ,mah!!”.

“Esatto…. stessa cosa successe a me… ti rivolgi ai vigili e ti rispondono di non cercare lite e lasciare perdere…. lasciamo che molestino, infamino e aggrediscano chiunque”.

“Non se ne può più, assisto a queste scene praticamente tutti i giorni per recarmi al lavoro con i bus il bello è che dobbiamo anche subire in silenzio perché quelli fanno presto a tagliarti la gola”.

“Spesso queste persone di colore provocano volutamente….a me è capitato al mercato di urtare il piede involontariamente…. Ha incominciato a inveire dicendomi che gli avevo schiacciato il piede apposta ..che ero maleducata….dovevo chiedere scusa….gli ho chiesto scusa. ..dicendogli che l’avevo solo urtato perché c’era molta gente….ma niente. .si è avvicinato mio marito …per difendermi….ma lui a bassa voce gli dava del bastardo…tutto per provocare in noi una reazione sconsiderata..e accusarci cosi di razzismo”. Fabrizio Graffione

 

30 COMMENTI

  1. Lo già scritto parecchie volte,abbiamo i corpi speciali( Col Moschin,Tuscania,Incursori della marina,Battaglione San marco) riconosciuti come tra i più validi al mondo? Invece di tenerli in Caserma,lasciateli liberi nelle Città,Vi posso garantire che i 24 ore,ci riconsegnano delle Città,che sembrano Zurigo,Berna e Ginevra? sembra che sia passato Mastro Lindo?!!!!!!!!!!

    • Scusa sai, ma l’addestramento.di questj corpi e’ finalizzato all’uccisione del nemico

      Non mi sembra esattamente quello che ci vuole, per le.strade di una citta’

  2. Ecco….siamo alle solite scenate di vigliaccheria di una categoria e di sindacalismo per non rovinare i futuri voti che la maggioranza di questi si votano ( PD M5S). Invece di sottoscrivere attraverso i sindacati un documento che chieda più tutela giudiziaria…..si mettono la coda tra le gambe e….scappano! Vergognatevi e non dite mai più che scioperate anche per noi cittadini,tutte balle!!! Se arriva il privato,vi sta bene cosi vi svegliate.

    • No caro,solo che la.verità fa male,vero? Quando è lo stipendio….si fanno sentire,ma un diritto e dovere….tutti scappano nelle aziende comunali. Nelle private….no perché sono ricchi i padroni e bisogna farli spendere,vero?

    • Ma pensa un po visto che sei dell AMT spuntasse qualche video di qualche tuo collega che…..usa il cellulare alla guida…..chiacchiera coi colleghi,sempre guidando…..non sono l’unico a dirlo. Quindi non dire a me.cosa devo fare. Come qualcuno tempo fa mise le foto del bus pieno di rumenta….e quando gli consigliai di riunirvi e segnalare lo schifo alla direzione con anche lamentela della gente…..mi investì di insulti! Vedi,questp dimostra che ve ne fregate basta che arrivi lo stipendio. Un cittadino da un.consiglio che ha una logica perché avete voce in capitolo,VOI ci lavorate e VOI siete a diretto contatto col pubblico. Se io vedo qualcuno che importuna un tuo collega,non mi tiro indietro,non sto zitto.avevo 3 zii in Amt. Ogni tanto tocca a VOI fare la voce grossa anche per noi cittadini o tentar di far qualcosa. Se no..aattaccatevi al tram.

    • Concordo su queste parole 100%. Solo che ci sono troppi che o se ne fregano o fanno gli scemi e dimostrano la vergogna x tutta la categoria. Ci vuole serieta e coraggio di fare certe azioni e dire le cose al momento giusto e nel modo giusto.

    • Caro sign Gigio,al di là del giudizio personale sui dipendenti pubblici…che a volte può essere condivisibile… denoto spesso nei suoi farneticanti commenti parecchia confusione….frutto di visibile frustazione….In giro ci sono ottimi psicologi..prenda un appuntamento !!..baci..

    • Avete ragione,sapete a chi si da. Si denota che.del pubblico non interessa. Vi piace essere coperti di oro e petali di rosa. Auguri signori,speriamo in un altra sceneggiata solita,tanto vi manteniamo noi. Foste privati…non fareste tanto i galletti sapendo che.non potete spremerci. Avete notato che i bus non….prendono più fuoco,ve lo siete chiesti?

    • L’autista amt non guida se prende i voti e si mantiene da solo, non ruba. Tu che sei cosi forte perche non intervieni. Forse faresti qualcisa di costruttivo anziche lagnarti e dare colpe agli altri. Il problema e che in italia dobbiamo tutti rinunciare a un po di liberta x dare piu potere alle forze dell’ ordine. Troppo facile dire “tu devi intervenire, il come sono affari tuoi” intervenire? Ok. Iniziamo acfermare il bus. Poi si chiama la polizia. Tu stai li e aspetti la polizia insieme a tutti e fai l’educato e aiuti.

  3. Abbiamo da fare una sola scelta, gironzoliamo per la città in ronde armati di tutto quello che possiamo e botte da orbi a questi delinquenti e sepoi incontriamo qualche magistrato buonista botte anche a lui, forse un pò di pace e sicurezza la troveremo

  4. Parlano tanto di…..difesa del posto di lavoro…..se fanno cosi non lo difendono. I sindacati le telecamere sui bus NON le.vogliono…..spiano il lavoratore, se allo stesso lo consigli….ti offende gratuitamente….ma li ha un telefono per le emergenze….ci fosse anche una telecamera…..Ma poi,scusate,se i giudici fossero tali,perché spendere tanti soldi in tecnologia quando prendono già dei bei stipendi?

  5. Se ci sono giudici avevo letto l’articolo) che lasciano perdere tutti queklle belle persone che minacciavano le persone che posteggiavano e succedeva o succede da Nervi a Voltri, quando ne hannio beccati una ventina il giudice ha lasciato perdere con la giustificazione che sorridevano ( mi auguro che non sia vero altrimenti…..)

  6. hmmm il videocamere sarebe soluzione , per autista e per passegeri.tante volte che vado col pullman continuo vedo autista parlare al telefono o con altri gente la.e si tanti passegeri pure izagerra , e non solo i stranieri , ma pure italiani . specialmente i giovani di oggi. non centra niente il colore , o religione , o la paese . centra la famiglia che da educazione , la scuola , la vita e la gente intorno. ogni paese ha i suoi buoni e cattivi .

LASCIA UN COMMENTO