Home Sport Sport Mondo

Australia-Arabia, i sauditi non commemorano le vittime di Londra

2
CONDIVIDI

GENOVA 9 GIU. La storia successa ieri sera a Melbourne, durante la partita di qualificazione mondiale tra i padroni di casa dell’Australia e l’Arabia Saudita ha qualcosa di inquietante, per il delicato momento storico che stiamo attraversando.
Una storia questa che mischia calcio e politica, come spesso ormai succede.

Prima dell’inizio della sfida per arrivare al mondiale 2018 in Russia la FIFA ha predisposto un minuto di silenzio per commemorare le vittime degli attentati del London Bridge di pochi giorni fa.

L’Australia, come i direttori di gara, si dispongono in cerchio per osservare la commemorazione, ciò non accade per i giocatori dell’Arabia Saudita che continuano il loro riscaldamento mentre quelli in panchina rimangono comodamente seduti a parlare.
Lo stadio di Melbourne fischia sonoramente e le polemiche si alzano. La federazione saudita si giustifica “Non è nostro costume fare commemorazioni negli stadi”. Sta di fatto che questi gesti mettono in dubbio che tutto il mondo islamico sia unito insieme all’occidente contro la Jihad.


fc

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here