AURELIA BIS, PROSEGUONO I CONTROLLI SUL PALAZZO A RISCHIO

0
CONDIVIDI
aurelia_bis_palazzina
uno dei cantieri dell'Aurelia Bis

aurelia_bis_palazzinaSAVONA, 28 LUG. Continuano le rilevazioni e i controlli, nel condominio di via Turati, a ridosso del cantiere dell’Aurelia Bis, interessato da un cedimento strutturale nei mesi passati.
Nella mattinata di oggi, martedì 28 luglio, i tecnici di Anas e della Letimbro Scarl, ditta che lavora nel cantiere, si sono riuniti per fare il punto della situazione con il Comune di Savona, mediatore tra le parti con il comitato di via Turati e i condomini del civico 1A.
Se da una parte le ultime verifiche mostrano un assestamento della palazzina, dall’altra l’Amministrazione cittadina vorrebbe comunque più certezze, chiedendo che si prenda in seria considerazione l’ipotesi di messa in sicurezza generale dello stabile.
Nei mesi passati sono stati realizzati alcuni lavori di rinforzo della fondamenta, attraverso l’inserimento in profondità di una resina che dovrebbe garantire stabilità all’edifico e, in effetti, i dati più recenti, registrati dai sensori che controllano il movimento del caseggiato, indicano un assestamento di tutta la struttura.
Condomini e Comune però vorrebbero comunque un intervento più definitivo. Sgombrare temporaneamente gli abitanti del civico 1A, ospitandoli gratuitamente in altre abitazioni, intervenire drasticamente sulla palazzina mettendola definitivamente in sicurezza, attraverso un consolidamento generale della struttura e far poi rientrare le 10 famiglie che vi risiedono. Un lavoro economicamente non da poco, senza contare il disagio temporaneo per i residenti, che la Letimbro Scarl non sembra intenzionata a realizzare, almeno non completamente a sue spese.
La realizzazione dell’Aurelia Bis ha effettivamente influito sulla stabilità dell’edifico che però, si sospetta fosse già in parte a rischio, per il luogo dove è stata edificato e per come furono eseguiti i lavori originari. Questa e altre questioni, hanno fatto slittare a settembre la decisione definitiva, aspettando di analizzare gli ultimi dati raccolti durante l’estate, che dovranno confermare o meno se il civico 1A di via Turati bassa si sia effettivamente assestato.

LASCIA UN COMMENTO