Aumentano le truffe dagli sportelli bancomat.

0
CONDIVIDI

forchetta bancomatGENOVA. 15 OTT. Aumentano le truffe dagli sportelli bancomat. La tecnica usata dai truffatori è quella del “Cash trapping”: il malvivente effettua un piccolo prelievo con una carta di debito, di solito emessa da banche straniere, magari clonata, al solo scopo di far aprire la bocchetta della consegna del denaro, dove, sempre il malvivente, pone una “forchetta” che tratterrà le banconote del prelievo successivo.

L’utente, non vedendo arrivare il contante penserà ad un malfunzionamento, lascia lo sportello per chiamare il personale, così lascerà al truffatore il tempo di forzare la bocchetta e prelevare il denaro. Nell’ultima versione di questa tecnica, però, il ladro “trattiene” direttamente la carta di credito o bancomat del malcapitato cliente, impossessandosi dei relativi codici e fa altri prelievi.

La polizia postale della Liguria mette in guardia gli utenti grazie al segnalato aumento di denunce, da parte dei direttori di filiali bancarie o postali, relative a truffe agli sportelli bancomat. La polizia consiglia, di non perdere mai di vista la carta di credito o bancomat, controllare l’estratto conto ogni mese, denunciare alle forze dell’ordine eventuali addebiti impropri che dovessero emergere, sempre con la massima tempestività. ABov.

LASCIA UN COMMENTO