Home Politica Politica Genova

Attivisti: Macron ributta in Italia anche migranti minorenni, disumano come Le Pen

88
CONDIVIDI
Migranti tra Ventimiglia e Mentone: Gendarmerie li respinge tutti

IMPERIA. 7 LUG. L’istituzione francese “Défenseur des droits”, che si batte per garantire l’uguaglianza e per consentire a tutti gli stessi diritti, oggi ha annunciato di avere scritto al ministero dell’Interno francese, chiedendo di far luce sulla recente espulsione di migranti minori alla frontiera italo francese di Mentone.

Lo ha comunicato su Facebook Cedric Herrou, l’antifascista della Val Roya che insieme ad altri attivisti pro migranti, anche della sinistra italiana, si era schierato contro Marine Le Pen e un paio di settimane aveva marciato con circa duecento migranti dal territorio italiano a quello francese. In quell’occasione la Gendarmerie era intervenuta con l’elicottero e i cani lupo per stanare i migranti, che erano stati quasi tutti riacchiappati e riportati in Italia.

“In seguito alla divulgazione di immagini che mostrano l’espulsione di minori alla frontiera di Mentone – scrivono gli attivisti anti Le Pene – il difensore dei diritti Jacques Toubon si è rivolto al ministro dell’Interno per informarlo della situazione dei minori non accompagnati alla frontiera”.


https://www.facebook.com/cedric.valroya

 

88 COMMENTI

  1. Disumano e il nostro governo , oltre ad aver deciso con la UE che avremmo avuto noi tutta l’immigrazione con quello che ha comportato e comporterà , disumano con noi italiani e disumano con chi arriva e illude che avranno una vita migliore, cosa che non accadrà , almeno lui Macron difende la Francia e i suoi abitanti , ma vi rendete conto casa ha combinato il nostro di governo ??? Ma vi pare poco ??

  2. La Le Pen era cattiva , xenofoba , razzista ma Macron fa la stessa cosa e ci sono muri ovunque e respingimenti in ogni nazione , ora Minniti ci dà dei contentini con bugie a raffica

  3. Qualsiasi governante responsabile deve preoccuparsi in primis della sicurezza dei Cittadini e del territorio. Chi ha diritto all’accoglienza deve presentarsi con documenti e farsi riconoscere come profugo. Solo gli interessati “furbetti”, che per vie non democratiche sono giunti al potere in Italia, potevano combinare il caos che lamentiamo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here