Home Cronaca Cronaca Genova

Atp, alla fine arriva la sospirata firma tra le parti

1
CONDIVIDI
Atp, per risparmiare niente corriere per Natale

GENOVA. 19 DIC. Alla fine, in serata, è arrivata la sospirata firma con le parti, Atp, Regione Liguria, Città Metropolitana e sindacati che hanno trovato un accordo.

Così dopo un lunghissimo incontro, quattro giorni di sciopero selvaggio, corriere ferme e continui confronti con le istituzioni, è stato trovato un accordo.

Ora toccherà ai lavoratori che si riuniranno in assemblea, decidere o meno se accettarlo con una votazione.


L’accordo prevede l’esborso da parte della Regione di 600 mila euro come contributo per il contrasto all’evasione tariffaria, fondi che permetteranno all’azienda di erogare più risorse in busta paga.

Inoltre Atp verserà ai lavoratori i 124.800 euro complessivi previsti dai precedenti accordi in caso di chiusura positiva dei bilanci 2014 e 2015.

La Città Metropolitana ha confermato lo stanziamento di 1,5 milioni per la ricapitalizzazione.

L’accordo prevede che l’azienda resti a controllo pubblico, cioè con la maggior parte delle azioni in mano alla Città metropolitana.

Il resto dell’azienda sarà di un socio privato, Autoguidovie, sulla cui entrata si è espressa negativamente l’Anticorruzione perché non c’è stata una regolare gara.

Per quanto riguarda il buco di bilancio, circa 680 mila euro, l’azienda si è impegnata a trovare le risorse per andare in pari.

Nel contempo i comuni azionisti devono accettare una proroga sulla restituzione del prestito di 600 mila euro, accettando una proroga.

Per quanto riguarda le conseguenze dello sciopero per i lavoratori che hanno effettuato i quattro giorni di sciopero malgrado fossero stati precettati dal Prefetto, si troveranno a pagare al massimo una multa di circa 2 mila euro a testa.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here