Ata: respinta la mozione dei 5Stelle ma presto un incontro con i vertici e la nuova Giunta

3
CONDIVIDI

ata_savonaSAVONA. 21 LUG. Primo Consiglio Comunale ufficiale a Savona, prime mozioni. I 5stelle chiedono la testa dei vertici ATA, la maggioranza boccia la richiesta e blinda il Sindaco per velocizzare incontri con i vertici e convocare le commissioni.
Percentuale di raccolta differenziata bassa, pulizia della città carente, problematiche gestionali, queste le motivazioni che hanno elencato i 5 Stelle per motivare la richiesta di revoca del contratto con la dirigenza attuale di ATA. Una mozione che è stata respinta, non solo dalla maggioranza, ma anche da Pd, Rete a Sinistra e Noi per Savona, che hanno ritenuto inidoneo il metodo, a rischio ricorso contrattuale e possibili multe per l’Amministrazione cittadina. Mentre, per il centro destra, è necessario avere più tempo per dare la possibilità ai neo assessori di conoscere tutte le tematiche inerenti la partecipata, prima di prendere qualsivoglia decisione.
Proprio sulla necessità di approfondire l’argomento, soprattutto per quella che di fatto è una Giunta appena insediatasi, è intervenuto anche il Vicesindaco Arecco, da sempre primo richiedente di una riforma nella gestione della partecipata.
“In merito ad Ata, azienda che si occupa di rifiuti, verde urbano, pulizia e parcheggi, tengo a specificare che si tratta di una pratica molto delicata. E’ un argomento che spesso si è cercato di approfondito anche nella precedente amministrazione, questo perché ritengo che il mondo delle partecipate debba radicalmente cambiare ma ciò deve esser fatto con metodo e non a taglio netto come richiesto dalla mozione dei 5 Stelle. Occorre analizzare alcune decisioni con metodo e tempo. Le partecipate sono un tema complesso, con grandi potenzialità, un vero gioiello conservato anche dalle passate amministrazioni, un patrimonio che dobbiamo difendere – ha spiegato il Vicesindaco – prendendo decisioni dopo le dovute valutazioni, motivando con metodo tali scelte. Occorre perciò innanzitutto far capire l’importanza delle partecipate e riuscire a far sviluppare tutte le potenzialità che hanno. Detto ciò siamo consapevoli che ci siano criticità che riaffermo con forza anche ora ma, passando ad un ruolo diverso, come amministratore e non come opposizione, considero importante il concetto espresso nella mozione della maggioranza, ossia convocare i vertici, sapere cosa sta succedendo all’interno dell’azienda, chiaramente, analizzare le criticità, sui dati della differenziata reali e valutare il da farsi, senza tagliare teste di punto in bianco. Perciò nel più breve tempo possibile inizieremo a lavorare per analizzare tutti i dati a disposizione”.
Proprio la mozione presentata dalla stessa maggioranza, ha voluto rimarcare con forza la volontà di procedere speditamente verso un analisi di Ata. Il testo infatti richiedeva, alla propria Sindaca, di calendarizzare incontri con i vertici di Ata e i nuovi assessori per richiedere, valutare e approfondire tutte le tematiche inerenti la raccolta differenziata e tutti i settori della partecipata del Comune. Mozione approvata dal un centro destra compatto.

3 COMMENTI

  1. Allora invece di criticare ATA, facciano la caccia a coloro che non mettono la spazzatura differenziando, che buttano carta, cartoni, bottiglie dove capita, che dormono e sporcano nei giardini, ecc. Non è ATA che non pulisce, è la gente che, maleducatamente, sporca.

  2. A Legino abbiamo chiesto più volte dove poter mettere il fogliame ,l’ erba tagliata nei nostri giardini,fiori secchi e tutto quello che è scarto nei giardini, tutte le volte che abbiamo telefonato ci avevano promesso che prima dell estate avrebbero risolto, ad oggi non è successo niente. A noi non resta che lasciare seccare nei nostri giardini lo scarto X renderlo meno voluminoso e poi metterlo nei contenitori.in cambio hanno aumentato la tassa della spazzatura, con la pretesa di fare la differenziata, ma non vi sembra un contro senso.VOLERE,VOLERE,VOLERE,e non dare niente in cambio ANZI

LASCIA UN COMMENTO