Asse sanità Mi-Ge: più fondi per il Gaslini

0
CONDIVIDI
Il vicepresidente della giunta regionale Sonia Viale con l'ex ministro degli Interni Bobo Maroni: campagna anti truffe anche nelle Asl liguri
Il vicepresidente ligure Sonia Viale accanto al governatore lombardo Roberto Maroni
Coppia di ferro: il vicepresidente ligure Viale accanto al governatore lombardo Maroni

GENOVA. 20 NOV. “La Lombardia vuole promuovere le sue eccellenze della sanità al di fuori della regione, la Liguria farà altrettanto. Modello lombardo e ligure saranno omogenei”. L’assessore alla Sanità e vicepresidente ligure Sonia Viale stamane ha concluso così la presentazione del libro bianco sulla sanità ligure, con le prossime linee guida, a fianco del governatore lombardo Roberto Maroni (il quale ha anche la delega alla sanità). I due leader leghisti hanno lasciato il palazzo della Regione per recarsi in visita al Gaslini: “Dobbiamo ottenere più fondi per l’ospedale pediatrico genovese”.

“Liguri e lombardi fanno parte della stessa squadra – ha spiegato Maroni – ci sono tante opportunità perché i collegamenti fra le due regioni sono fortissimi”.

Tra le novità c’è quella dei trapianti, che saranno realizzati in collaborazione fra i due sistemi sanitari regionali e una maggiore spinta all’accordo con i privati.

 

“Il peso dei privati – ha detto il governatore Toti a margine della presentazione del libro bianco – nella sanità pubblica in  Liguria equivale a zero, mentre la concorrenza tra pubblico e privato credo sia il sale per migliorare le cose. Nell’arco di questi cinque anni faremo in modo  che il privato pesi un po’ di più, stiamo parlando di privato convenzionato,  che per il cittadino vuol dire migliori servizi e nessun costo aggiuntivo, spesso con un risparmio  anche per le casse dell’erario”. Fabrizio Graffione

LASCIA UN COMMENTO