Ascoli-Spezia, Di Carlo “Dovremo avere carattere”

0
CONDIVIDI
Il mister dello Spezia Di Carlo

LA SPEZIA 30 SET.  Mimmo Di Carlo si è presentato nella sala polifunzionale del C.S. “Ferdeghini” per la consueta conferenza stampa prepartita: “Ho visto una squadra in crescita, con valori importanti e un collettivo affidabile, pertanto non ci resta che continuare a lavorare come stiamo facendo, solo così potremo esprimerci al meglio; dobbiamo far correre di più la palla, essere più veloci, aggredendo gli avversari e giocando un calcio votato all’attacco, senza però perdere gli equilibri e le nostre certezze.

Il “Del Duca” è un campo difficile, dove affronteremo un collettivo ben disposto in campo che giocherà con il nostro stesso modulo, pertanto gli 1 vs 1 saranno fondamentali;noi siamo carichi e andiamo ad Ascoli con fiducia, cercando di cogliere il massimo possibile per proseguire nella nostra striscia positiva e per farlo sarà importante continuare a non subire gol.

Situazione infortunati? De Col ed Errasti dovrebbero tornare in gruppo dalla prossima settimana, mentre Piccolo sta sempre meglio, ma non vogliamo forzare i tempi; Crocchianti ha accusato un po’ di affaticamento, mentre Nahuel Valentini non ha avuto una semplice febbre come inizialmente si pensava, ma è alle prese con un’infrazione costale che gli causa problemi respiratori.

 

Per arrivare in alto serve una competizione interna importante, durante la settimana è essenziale che nessuno si risparmi sentendo il posto assicurato, solo così la squadra può crescere; Baez e Piu hanno iniziato bene, per me sono entrambi titolari, devono ovviamente crescere ed imparare a giocare di più con i compagni, ma il tempo è dalla loro parte.

Mastinu? Ha umiltà e voglia di crescere, deve essere più tranquillo, non pensare di essere sotto esame, ma giocare con spensieratezza, vivendo il sogno di chi per una vita ha sudato tra i dilettati ed ora si trova ad essere protagonista in un palcoscenico importante.

Situm? Ha sempre fatto la differenza in Serie B e vederlo giocare in Champions dimostra che avevamo un calciatore di valore assoluto.

Infine voglio fare i complimenti alla società per la scelta di tornare a Norcia, siamo davvero felici di poter ritrovare tanti amici e speriamo di riportare un po’ di normalità nelle loro vite sconvolte dal terremoto del 24 agosto”.

LASCIA UN COMMENTO