Ascanio Celestini e Laika all’Archivolto

0
CONDIVIDI
Ascanio Celestini all' Archivolto
Ascanio Celestini all' Archivolto
Ascanio Celestini all’ Archivolto

GENOVA. 19 GEN. Da giovedì 21 a sabato 23 gennaio Ascanio Celestini presenta al Teatro dell’Archivolto, Sala Gustavo Modena, ore 21, il suo più recente spettacolo, Laika, ricevuto con grande favore di pubblico e di critica al suo debutto al RomaEuropa Festival 2015. Celstini Fa teatro dal 1996. Da quell’anno ha portato in scena una ventina di spettacoli, scritto una decina di libri, partecipato a qualche trasmissione in radio e in televisione, registrato un disco, girato due documentari e un film. Ha raccolto storie di contadini e operai, infermieri psichiatrici e operatori di call center, minatori e detenuti.

Questa volta racconta come si comporterebbe un improbabile Gesù tornato sulla terra non per redimere gli uomini ma solo per osservarli. Questo è lo spunto da cui è partito il lavoro di Ascanio Celestini che, accompagnato dalla fisarmonica di Gianluca Casadei, si presenta in scena come un narratore finto cieco, forse profeta, forse matto, forse alcolizzato, un Gesù santo bevitore o più semplicemente un povero cristo.

Dialoga con un Pietro che non si vede, a cui dà la voce (registrata) Alba Rohrwacher. Parla di Dio e di Stephen Hawking, di una vecchia non proprio credente, di una prostituta che voleva farsi suora, di un barbone nero, della cagnetta Laika lanciata nello spazio, dei pensieri di un facchino, dei turni di lavoro, della polizia che carica, di dove inizia il mare. Ora struggente, ora indignato, strampalato e divertente, lo spettacolo non è costruito attorno a un’unica trama ma a mille fili che compongono un affresco amaro della nostra società ed umanità. Alla fine il miracolo arriverà, un miracolo laico, che si concretizza in un gesto di partecipazione e di indignazione. Perché alla fine Dio rimane lassù a guardare, ma siamo noi uomini qui a potere fare la differenza.

 

Venerdì 22 gennaio alle ore 18, per chi è interessato l’attore sarà protagonista di un incontro / aperitivo a Villa Bombrini (via Muratori 5, Genova) in cui, intervistato da Paolo Borio, parlerà di teatro e cinema.

FRANCESCA CAMPONERO

Biglietti per lo spettacolo: da 7,50 a 22 euro, in vendita presso la biglietteria del teatro 010412135 e su www.happyticket.it. Biglietti per le proiezioni del film: 6 euro, ridotti 4 euro. L’incontro è a ingresso libero.

Info 0106592220, www.archivolto.it

LASCIA UN COMMENTO