Arriva I-Lavet in Liguria dal 18 al 25 giugno. E’ il trail più lungo d’Europa

0
CONDIVIDI
i_lavet_logo
I_Lavaet

GENOVA. 10 GIU. Ha il sapore di un’avventura epica, un viaggio nel cuore dell’entroterra ligure, una regione che tra le sue vallate nasconde un ambiente ancora incontaminato e un passato ricco di storia e cultura che si tramanda tutt’oggi tra i vicoli e nelle piazzette dei borghi abitati che i concorrenti attraverseranno ogni giorno.
Si chiama I‐Lavet ed è la prima Ultra Trail che si correrà sull’Alta Via dei Monti Liguri dal 18 al 25 Giugno prossimi. Il percorso è lungo 390km con circa 14.500 metri di dislivello positivo e negativo. “E’ il trail più lungo d’Europa”, conferma Roberto Giordano, podista che ha già percorso l’Alta Via e che è oggi co-organizzatore dell’evento che si appoggia in tutto e per tutto ad un’altra manifestazione che si svolge in contemporanea sullo stesso percorso e che è orami giunta alla quinta edizione, l’Alta Via Stage Race in mountain bike. Campi base, punti ristoro, marshal, medici, apripista, tutta la macchina organizzativa e il piano sicurezza è pronta e collaudata e questo è un elemento di grande fiducia e tranquillità per l’organizzazione e tutti i partecipanti.

“Questo lungo tragitto è suddiviso in 8 tappe, da Est ad Ovest della regione e tocca le province di La Spezia, Genova, Savona e Imperia”, spiega Vanessa Chiesa, project manager dei due eventi. “Saranno impegnati 270 volontari per 8 giorni di gara con una selezione di circa 30 runners a questa prima edizione di I-Lavet e 100 bikers alla quinta edizione dell’Alta Via Stage Racem, in arrivo da 15 paesi d’Europa”. Testimonial d’eccezione di I-Lavet un veterano delle ultra, il cuneese Marco Olmo, “l’uomo che ha fermato il tempo”, campione capace di partecipare a ben 25 Marathon des Sables. “Marco sarà presente il 22 giugno sera al briefing di tappa per dare un in bocca al lupo speciale a tutti i runners e l’indomani prenderà il via alla One Day da Pian dei Corsi a Pian dell’Arma”, racconta Roberto Giordano.

Diverse le modalità di partecipazione. La formula integrale WILD, la più dura e completa che prevede il completamento di tutte e 8 le tappe per un totale di 390km. La formula parziale WEEKEND, che permette di scegliere tra i primi tre giorni di gara o gli ultimi tre. E infine la formula ONE DAY, un vero e proprio assaggio di I‐Lavet. Una notte in tenda e un giorno di corsa a scelta lungo una qualsiasi delle tappe. “Il panorama delle gare di corsa in montagna offre davvero una varietà infinita di opportunità, ma siamo convinti che I‐Lavet abbia qualcosa di speciale. Pensiamo possa diventare il nostro Tor des Geants. Sono orgoglioso di questo territorio e di questo evento. Qui pensiamo possano venire a correre da tutto il mondo. Un biglietto da visita per la Liguria di valore inestimabile. Può diventare la gara di punta del trail running italiano”.

 

Tra i “selezionatissimi” partecipanti di questa prima edizione due genovesi, Marco Caso e Roberto Pittaluga. Due le donne in gara, tra cui la favorita Ivana Bertasa. “Siamo convinti che questo possa diventare un evento unico a livello mondiale”, sorride Lorenzo Carlini, presidente di Asd Liguria Avventura, la società che organizza le due gare. “Io e Marco Marchese qualche anno fa abbiamo creato la 24h di Finale e oggi con lo stesso spirito e un pizzico di follia siamo qui a lanciare questo Epic Trail che potrà diventare uno dei più partecipati e invidiati al mondo”.

Grande soddisfazione esprimono gli assessori regionali Giovanni Berrino, Stefano Mai e Edoardo Rixi, che hanno seguito e incoraggiato la nascita di questo evento. “Grazie a chi ha creduto in questo progetto. E’ una cartolina bellissima per il nostro turismo”, sottolinea Berrino. “Evento ideale per legare i territori del nostro entroterra – specifica Mai – e per valorizzare anche i nostri prodotti tipici con un progetto che promuove la nostra Liguria a 360 gradi”.

Con i suoi 390km, I-Lavet si posiziona tra le UltraTrail più impegnative e affascinanti del panorama internazionale. Si parte sabato 18 giugno da Bolano (SP) nel borgo medievale e dopo 8 tappe si giungerà ad Airole (IM) il 25 Giugno in un contesto di bellezza paesaggistica unica nelle Alpi Liguri. Corsa unica nel suo genere, caratterizzata dall’incredibile percorso di crinale che da una lato si affaccia sul mar Ligure e dall’altro sull’Arco Alpino. Dagli Appennini alle Alpi, una sfida con se stessi lungo l’Alta Via dei Monti Liguri, il sentiero che tra single track e strade bianche, boschi e praterie percorre per intero il crinale. Da lassù si può godere di panorami mozzafiato sulle vallate che scendono verso il mare a sud e l’arco alpino a nord, un territorio abitato sin dall’antichità come testimoniano i borghi e le cittadine tutte da scoprire.

I-LAVET, grazie al particolare format a tappe, oltre ad essere una competizione è anche condivisione e amicizia. Le impegnative stages della gara, infatti, saranno intervallate tutte le sere da piacevoli momenti all’interno dei campi tenda e nei borghi sedi tappa, accomunati dalla caratteristica accoglienza ligure con musica, feste e buon cibo. A credere in questo nuovo progetto fin dalle prime battute un partner d’eccezione, Ferrino, che sposa in pieno l’idea di collegare l’esperienza diurna della corsa immersi nella natura con il pernotto all’aria aperta sotto le stelle.

LASCIA UN COMMENTO