Home Consumatori Consumatori Mondo

ARRIVA DALLA FRANCIA LO SPRAY-UBRIACHEZZA. NIENTE BIRRA, VINO O SUPERALCOLICI. BASTA SPRUZZARSI IN BOCCA IL PRODOTTO…E IL “PERICOLOSO” GIOCO E’ FATTO

1
CONDIVIDI
Una capsula spray-alcolico "Wahh"
Una capsula spray-alcolico “Wahh”

PARIGI 27 AGO. Sballo alcolico a tutti i costi…anche senza bere. La chimica convertita al “male del profitto” ne pensa una più del Diavolo. Un gruppo di ricercatori francesi, infatti, ha sviluppato uno spray che dà la sensazione di essere ubriachi in pochi secondi, senza gli effetti negativi di una bevuta massiccia.

Inoltre, sembra che l’utilizzatore possa passare senza danni il test dell’etilometro delle Forze dell’Ordine se beccato a conduure un veicolo  e salvarsi così la Patente anche se evidentemente alterato e magari continuare a guidare, verosimilmente, con tutti gli stessi rischi e pericoli per sè e per gli altri di un autista in stato di ebbrezza.

Una dose di spray rilascia 0.075 millilitri di alcol puro in forma liquida, una quantità sufficiente a stimolare il cervello e produrre la sensazione di ebbrezza alcolica.


Il prodotto è già – incredibilmente  – liberamente in commercio in Francia al costo di 20 Euro circa e sarà presto venduto anche su altri mercati, Italia compresa. Un altro fattore di successo è il modesto ingombro che lo fa assomigliare agli usuali spray per gli asmatici.

Il prodotto si chiama “Wahh Quantum Sensations”, contiene all’incirca venti spruzzi e il prezzo si aggira appunto intorno ai 20 Euro. La sbronza dura pochi secondi ma, a differenza della sbornia, non ci sono postumi sgradevoli come mal di stomaco, nausea e mal di testa.

Il presunto e discutibile obiettivo che si pone il suo inventore, il franco-americano David Edwards, oltre quello d’incassare tanti soldi, è quello di contribuire a far consumare meno alcol ai giovani che spesso è causa d’incidenti stradali mortali, soprattutto del sabato sera. Secondo Edwards, grazie al “Wahh”, la capacità alla guida non è “compromessa” (ma questo è tutto da dimostrare n.d.r.) e, inoltre, una spruzzata non viene rilevata dal sistema etilometrico elettronico utilizzato dalle Forze dell’Ordine per misurare il tasso alcolemico.

Un Parlamentare Europeo, allarmato per questo nuovo attentato alla salute soprattutto dei giovani, ha presentato un’interpellanza alla Commissione di Bruxelles, per sapere se essa intende avvertire i consumatori sui rischi connessi a questo nuovo prodotto, o quanto meno condurre un’indagine approfondita sulla sua tossicità e sugli effetti collaterali.

Ha risposto John Dalli, Commissario alla Salute, il quale in sostanza ha detto che la responsabilità di ogni nuovo prodotto alimentare ricade sul produttore, il quale si deve assicurare della sua compatibilità con le norme vigenti e che eventuali restrizioni alla circolazione di questo prodotto ricadono sotto la responsabilità dei singoli Governi nazionali.

Pilatesco.

Marcello Di Meglio

1 COMMENTO

  1. Belan che trovata.. Allora tra non molto inventeranno gli spray dell’amore così nessuno.. nessuna farà più all’amore..basta uno spruzzo simil Bernarda o di belin.. e niente si fa.. Belandi è meglio certamente fare ” vale più la pratica che la grammatica..”
    Morando

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here