Home Cronaca Cronaca Italia

ARRESTATO VITTORIO EMANUELE DI SAVOIA

0
CONDIVIDI
ARRESTATO VITTORIO EMANUELE DI SAVOIA

elinquere, sono state arrestate.
Il gip di Potenza, Alberto Iannuzzi, ha ordinato l’ arresto e il trasferimento in carcere del principe di casa Savoia che ritorna in carcere dopo l’ incidente che, il 18 agosto 1978, provocò la morte del velista Dirk Hammer all’ isola di Cavallo, in Corsica. Fra gli arrestati o le persone poste agli arresti domiciliari figurano anche il Sindaco di Campione d’Italia, il portavoce del leader di An, oltre a tutta una serie di noti personaggi.
In tutto sono indagate 24 persone e fra i reati ipotizzati vi sono anche corruzione, concussione, falsità ideologica, istigazione alla corruzione, riciclaggio, minacce e favoreggiamento.
L’ accusa di sfruttamento della prostituzione si riferisce a Vittorio Emanuele di Savoia & soci che avrebbero garantito a ricchi personaggi siciliani in visita al casinò di Campione d’ Italia, la presenza di aitanti fanciulle.
Vittorio Emanuele di Savoia è stato arrestato a Varenna, dalla Polizia di Stato e della Polizia municipale di Potenza, che hanno indagato seguendo le direttive del Pm.
Le reazioni sono state immediate: Emanuele Filiberto ha detto che il padre è stato trattato come “un bandito” e ha espresso un giudizio più che tagliente sull’ operato del pubblico ministero, mentre Sergio di Jugoslavia, il nipote, si è detto “disperato” per quanto avvenuto; Amedeo d’ Aosta ha espresso solidarietà a Vittorio Emanuele e fiducia nella magistratura. Accuse al Pm, invece, da parte dell’ ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga che lo ha accusato, in diretta televisiva, di fare inchieste per finire sui giornali.
Il Movimento monarchico ha annunciato l’ esplodere di un altro “caso Tortora”; il Movimento borbonico ha liquidato la questione con una frase sprezzate: “Buon sangue non mente”. Il leader dell’ Unione monarchica ha espresso solidarietà al principe. Pesantissimo il giudizio dei Neoborbonici, per i quali per Vittorio Emanuele è arrivata la nemesi storica, nella terra, la Basilicata, dove il brigantaggio e la repressione piemontese furono entrambi feroci. Infine il Partito della Alternativa Monarchica esprime “la sua massima solidarietà a Vittorio Emanuele di Savoia, certi che dimostrerà la sua estraneità ai fatti”.
(nella foto: Vittorio Emanuele di Savoia).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here