Arpal assume. Pubblicato bando su Gazzetta

0
CONDIVIDI
Il milanese Musitelli nuovo commissario Arpal
E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di ieri, infine, il bando relativo alle prime due assunzioni a tempo indeterminato presso il Centro Meteo
E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di ieri, infine, il bando relativo alle prime due assunzioni a tempo indeterminato presso il Centro Meteo

GENOVA. 3 SET. E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di ieri, infine, il bando relativo alle prime due assunzioni a tempo indeterminato presso il Centro Meteo: Arpal cerca 1 idrologo e 1 meteorologo da inserire nello staff.

Il testo completo degli avvisi sul sito www.arpal.gov.it, dove si possono trovare anche i bollettini previsionali, i dati delle centraline e molti altri approfondimenti, non solo sul meteo.

Nel frattempo fanno sapere da un’analisi dall’ Arpal che dopo il luglio più caldo dal 1800 (fonte Michele Brunetti, Responsabile banca dati di climatologia storica CNR-ISAC), anche il mese di agosto è stato all’insegna della canicola.

 

Nonostante il calo termico della seconda parte, infatti, si è avuto un elevato numero di notti ‘ tropicali’ (temperatura minima > 20°C): 25 a Genova, 23 a Imperia, 21 alla Spezia e 17 a Savona.

Il dato più eclatante è stato il record assoluto di temperatura per la regione Liguria: +40.9°C, valore misurato venerdì 7 ai 467 m slm di Davagna, in provincia di Genova.

Appena +6.3°C la temperatura più bassa, ai 1845 m slm di Poggio Fearza (IM) nella prima mattina di sabato 15. Escursione più contenuta nei capoluoghi: la città più calda è stata Genova, sempre venerdì 7, con +38.1°C (altro primato aggravato dal tasso di umidità), mentre la più fresca è stata, domenica 16, La Spezia, +16.7°C.

Le precipitazioni sono cominciate intorno a ferragosto, anche se il giorno più piovoso del mese è stato lunedì 24, in particolare a levante, dove si sono concentrate le massime giornaliere.

Più della cumulata nelle 24 ore, da segnalare la precipitazione oraria misurata a Levanto San Gottardo: ben 130 mm, ossia 130 litri d’acqua per metro quadrato di territorio. Guardando le medie mensili, rappresentate in figura, si nota una regione apparentemente spaccata in due: più secca della media climatologica a Ponente, più bagnata sul Centro-Levante.

LASCIA UN COMMENTO