Arancia meccanica: legata e rapinata da banditi dell’Est

0
CONDIVIDI
arancia meccanica clochard
Arancia meccanica ad opera di banditi dell’est: albergatrice di Spotorno aggredita, legata e rapinata

SAVONA. 28 GEN. Scene da Arancia meccanica ieri sera a Spotorno, dove un’albergatrice è stata legata con delle corde a una sedia, imbavagliata, infilata in un ripostiglio e rapinata.

La brutta avventura è capitata alla proprietaria dell’Hotel Villa Nina all’ora di cena. Due malviventi sono entrati nella hall dell’albergo fingendosi dei clienti, poi hanno aggredito la donna di 75 anni. Il bottino è stato 120 euro in contanti e la fede nuziale. A dare l’allarme ai carabinieri è stata la stessa albergatrice dopo che è riuscita a liberarsi. Secondo gli investigatori i rapinatori potrebbero essere dell’Est Europa.

L’albergatrice è stata soccorsa dai volontari del 118 e trasportata al San paolo di Savona per la sospetta frattura di una vertebra ed altre lesioni.

LASCIA UN COMMENTO