Home Cronaca Cronaca Italia

APPROVATA DEFINIZIONE URBANISTICA DI PORTO E AREA URBANA DI VADO LIGURE

0
CONDIVIDI

forma, 250 mila metri quadri sul mare, con banchine utili di accosto per 1.400 metri lineari, consentirà di portare la movimentazione dei container da 250 mila annui a 1 milione, e produrrà 650 posti di lavoro diretti. Contestualmente avviene la definizione urbanistica del fronte mare di Vado, la cui riqualificazione consentirà inoltre un recupero a funzioni sociali di alcuni tratti di litorale con la realizzazione di strutture pubbliche e sportive, con particolare riguardo alla spiaggia davanti a Porto Vado.
A tal fine il Comune di Vado Ligure ha effettuato un concorso internazionale di idee vinto dal gruppo dell’architetto Paolo Cevini e, d’accordo con la Regione Liguria, intende approvare e realizzare le opere urbane e portuali unitamente al tema dei collegamenti infrastrutturali con la realizzazione di un nuovo svincolo autostradale che consentirà alle merci di non interferire con la città.
L’investimento relativo al porto di Vado Ligure e dell’area urbana retrostante sarà di 450 milioni di euro: 150 di investimento privato del consorzio guidato dal gruppo Maersk, 80/90 di investimento pubblico tradizionale ed il rimanente finanziato con l’extra gettito derivante da IVA e accise come stabilito dalla Finanziaria 2007 (comma 990) sulle opere portuali. “Si tratta del primo caso in cui viene applicata la legge in Italia – ha dichiarato il presidente Burlando – Lavoreremo con il Governo perché questa applicazione possa essere estesa nella Finanziaria 2008 anche alle opere ferroviarie e stradali”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here