Appello – Rossella, 53 anni in forte difficolà di salute ed economica

1
CONDIVIDI
Rossella Biancalana, abita a Viareggio ed è in forte difficoltà di salute ed economica
Rossella Biancalana, abita a Viareggio ed è in forte difficoltà di salute ed economica
Rossella Biancalana, abita a Viareggio ed è in forte difficoltà di salute ed economica

VIAREGGIO. 14 MAR. Riceviamo e pubblichiamo la rischiesta di aiuto di una donna di Viareggio, Rossella che si trova in forte difficoltà economica e di salute.

Rossella, 53 anni, si è già rivolta ad istituzioni, associazioni benefiche, personaggi politici (anche a Berlusconi) e anche a programmi televisivi ma, come dice lei, “nessuno risponde nemmeno alle mie lettere”.

La signora spiega di aver già chiesto contributi in Comune e di aver fatto domanda per una casa popolare ma “ma qui da anni (a Viareggio) c’è una lista di attesa lunghissima… quasi tutti extracomunitari”.

“Tra poco – prosegue Rossella – lo sfratto minacciato per i tanti mesi di affitto non pagati sarà esecutivo e mi troverò in mezzo ad una strada. Vivo sola e gli unici mezzi di sostentamento che ho sono le deboli forze che mi rimangono… con le quali svolgo poche ore di pulizie a settimana perché nient’altro riesco a trovare a 53 anni. Ho gravi problemi di salute, tutti documentati, e non posso operarmi perché ho il timore di perdere anche quelle poche ore di lavoro che mi permettono se non altro di mangiare”… “La prego, mi aiuti in qualche modo”.

Sono parole tristi che fanno stringere il cuore quelle di Rossella ed è per questo che abbiamo deciso di pubblicare l’appello di un italiano in forte difficoltà.

Al tutto si aggiunge che Rossella è stata riconosciuta invalida al 48%, ha due gravi infezioni, soffre d’incontinenza urinaria ed è stata operata al seno per la presenza di una forma tumorale.

Rossella ha scritto anche al Governatore della Toscana Enrico Rossi, ma ha ricevuto risposta che del caso se ne devono occuare i servizi sociali di Viareggio, ma il Comune di Viareggio è stato commissariato e, per il momento, non può prestare aiuto.

L’ex marito non è in grado di dargli gli alimenti, in quanto ha perso il lavoro, mentre la figlia convive e può aiutarla ben poco in quanto anche lei ha un lavoro precario.

Insomma una situazione davvero tragica documentata da tanti certificati medici, ma Rossella, biancalanarossella@gmail.com, non vuole l’elemosina, ma un lavoro dignitoso che le permetta di sopravvivere.

Internethttps://www.facebook.com/profile.php?id=100007487026173&fref=ts

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO